Ortofrutta, preoccupa la crisi di Suez

I problemi agricoli al centro della riunione Uila di Forlì e Cesena: preoccupazioni sull'ortofrutta, esportazioni record nel 2023 ma crisi del Canale di Suez nel 2024. Fabbisogno di manodopera e distribuzione equa del valore nella filiera in discussione.

I problemi del comparto agricolo sono stati al centro della riunione dei consigli territoriali della Uila di Forlì e Cesena, alla presenza di circa 100 delegate e delegati delle più importanti aziende agro-alimentari del nostro territorio. Tra i temi toccati dal segretario Uila Cesena Alessandro Scarponi nella sua relazione un particolare rilievo è stato dato all’ortofrutta: "Nel 2023 il record delle esportazioni arrivando a sfiorare 12 miliardi tra fresca e trasformata, anche se ci preoccupa la crisi del Canale di Suez, che sta portando problemi all’export in questo inizio 2024". Preoccupazione anche sul fabbisogno di manodopera in agricoltura a partire già dalla prossima campagna di raccolta delle fragole. Il segretario Copagri Mattia Tampieri ha parlato dei motivi della protesta degli agricoltori e la necessità di distribuire meglio il valore all’interno della filiera a favore degli agricoltori.