Elisabetta Canalis nello stand Pollini a Pitti Uomo
Elisabetta Canalis nello stand Pollini a Pitti Uomo

Cesena, 11 gennaio 2020 - Hanno scelto la prestigiosa passerella fiorentina di Pitti Immagine Uomo, evento di risonanza mondiale per moda maschile e lifestyle, per presentare i progetti più innovativi e le collezioni delle prossime stagioni. Insieme a centinaia di espositori provenienti da tutto il mondo, Sergio Rossi, Pollini e Alea Fashion - storica azienda produttrice di camicie con sede a Savignano - erano infatti presenti alla kermesse, tenutasi nei lussuosi saloni di Fortezza.

Sergio Rossi ha presentato, in esclusiva a Pitti, la linea maschile, che era stata chiusa nel 2016, in occasione dell’operazione di rilancio complessivo del brand, avviata sotto la guida dell’amministratore delegato Riccardo Sciutto. Il ritorno della linea è stato richiesto a gran voce soprattutto dal mercato asiatico, uno dei più redditizi per il calzaturificio e, in generale, per l’industria italiana della moda uomo. "La reintroduzione della linea Sergio Rossi Uomo è stata sollecitata dai nostri stessi clienti", conferma Sciutto. "A più di tre anni dal rilancio del nostro marchio, è arrivato il momento di estendere la nostra attenzione all’emisfero maschile, con una collezione fatta di prodotti essenziali, rivisitati con approccio moderno".

È un habitué di Pitti il brand Pollini, che ha approfittato della vetrina fiorentina per esporre la collezione uomo Autunno/Inverno 2020/2021. Una linea che ha il viaggio come tema dominante e comprende alcuni modelli iconici degli anni Settanta, reinterpretati in chiave contemporanea. Allo stand, i flash dei fotografi – e dei patiti dei social network - sono stati però tutti per la nuova testimonial del marchio, l’ex velina Elisabetta Canalis, che ha sfoggiato alcuni modelli della prossima collezione donna, ispirata anch’essa ai classici presenti nello sterminato archivio della maison, fondata nel 1953.

Tra i frequentatori assidui c’è anche Alea Fashion Industries, celebre camiceria nata, nel 1952, nei locali della parrocchia di Savignano sul Rubicone. Oggi la storia di Alea continua con successo grazie alla seconda generazione di imprenditori, Andrea Maremonti e Claudio Onofri. Infine, non era a Pitti, ma nelle prossime settimane farà senz’altro parlare di sé Massimo Giorgetti, 42enne stilista nato a Longiano e cresciuto tra Rimini e Riccione. Fondatore del celebre marchio MSGM, ha dedicato la collezione primavera-estate 2020 alla sua terra d’origine, definendola "una lettera d’amore alla mia Riviera, terra della "dolce vita" e della leggerezza". La campagna pubblicitaria sarà interamente ambientata sulle spiagge romagnole.