Quotidiano Nazionale logo
2 mar 2022

Ponte Bailey, tre le soluzioni fra cui scegliere

Il sindaco Baccini: "Le alternative verranno condivise con la comunità prima di avviare la progettazione"

gilberto mosconi
Cronaca
Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini
Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini
Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini

di Gilberto Mosconi Prosegue l’iter tecnico-amministrativo per la realizzazione di un nuovo ponte, in sostituzione del ponte Bailey, che scavalca il fiume Savio nell’abitato nord-est a San Piero in Bagno per collegare via Saffi e via Santa Maria Nuova. Dagli anni scorsi l’amministrazione comunale si è impegnata nell’obiettivo di sostituire il ponte Bailey (installato nel marzo 1965, da tutti chiamato "ponte di ferro", è percorribile a senso unico alternato) con un nuovo ponte in cemento armato più moderno e più adeguato anche ai mezzi pesanti del terzo millennio. Ricorda in un breve flash back il primo cittadino di Bagno di Romagna: "Dopo che nell’ottobre 2021 abbiamo ottenuto un finanziamento di 175.000 euro per la progettazione di un nuovo ponte, attraverso l’Ufficio lavori pubblici, abbiamo affidato l’incarico di progettazione ad una società di ingegneria di Forlì. I progettisti hanno avviato immediatamente le attività propedeutiche alla progettazione, tra cui rilievi e sondaggi, concertazione dell’intervento con le autorità competenti, e stanno definendo in questi giorni il progetto preliminare per il quale abbiamo chiesto di fornire almeno tre differenti soluzioni architettoniche, da condividere con la comunità, prima di indirizzare la progettazione definitiva". Baccini informa poi sulla road map e sui risvolti tecnici riguardo la realizzazione del progetto: "Nel corso dell’anno, coinvolgeremo i cittadini per confrontarci sul modello architettonico che maggiormente ci soddisfa. Il progetto esecutivo dovrà essere definito durante quest’anno, per essere pronti successivamente ad avviare tutte le attività di realizzazione di un nuovo ponte, che sarà ad una campata unica, con due corsie di marcia ed una distinta pista ciclopedonale". Sul tema finanziamenti il sindaco spiega: "Intanto per procedere spediti verso il nostro obiettivo e non lasciare intentata alcuna occasione, abbiamo partecipato al bando del Ministero delle Infrastrutture, al quale abbiamo candidato la richiesta di 2.500.000 euro per finanziare la realizzazione esecutiva del ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?