Foto di gruppo dei premiati
Foto di gruppo dei premiati
Ci sono cinque aziende cesenati tra le trenta eccellenze premiate ieri da Confindustria Romagna con Excelsa, il riconoscimento biennale nato nel 2011 per premiare la capacità di fare impresa, generando benessere collettivo e diffuso. Due le categorie considerate. "Accando alla performance economica – spiegano infatti da Confindustria Romagna –, sono state evidenziate anche le iniziative legate alla sostenibilità d’impresa. Per ciò che riguarda la...

Ci sono cinque aziende cesenati tra le trenta eccellenze premiate ieri da Confindustria Romagna con Excelsa, il riconoscimento biennale nato nel 2011 per premiare la capacità di fare impresa, generando benessere collettivo e diffuso.

Due le categorie considerate. "Accando alla performance economica – spiegano infatti da Confindustria Romagna –, sono state evidenziate anche le iniziative legate alla sostenibilità d’impresa. Per ciò che riguarda la performance economica 2020, i riconoscimenti sono andati, tra le altre, alle cesenati Gh, Oikos, Righi Group e Zani Work. Per la sostenibilità d’impresa nel biennio 2019-2020, invece, le cesenati premiate sono Styma, Righi Group e Oikos".

La cerimonia si è svolta al MarePineta Resort di Milano Marittima, alla presenza di Maurizio Marchesini, vicepresidente di Confindustria per le Filiere e le Medie Imprese.

"Le imprese premiate oggi – ha detto Marchesini –, dimostrano che, pur nella complessità di questo ultimo anno, la manifattura italiana è solida, ha capacità di evolversi, innovare e di continuare a svolgere un ruolo per lo sviluppo della società e del Paese. È una ricchezza anche culturale che va non solo preservata, ma alimentata. Per questo è importante affrontare i grandi temi sottolineati dal presidente Bonomi in Assemblea, dal costo dell’energia, al lavoro, la fiscalità, per consentire alle imprese di affrontare l’impegno richiesto in questa fase di transizione digitale ed ecologica, che è una sfida enorme in termini di investimenti e capacità di innovazione".

"L’iniziativa segue la stessa logica con cui abbiamo confermato il nostro Festival dell’industria, in linea con le altre iniziative per puntare i riflettori sulle imprese: spostare l’attenzione sui protagonisti di questa ripresa che stiamo vivendo - spiega il presidente Paolo Maggioli - Con tutte le cautele del caso, lavoreremo perché il rimbalzo che osserviamo da qualche mese possa proseguire. Excelsa è per noi la celebrazione di una nuova ripartenza". "Accanto ai numeri, ci è sembrato doveroso mettere in risalto anche i progetti che, nell’emergenza sanitaria, avrebbero potuto rischiare di venire accantonati e invece sono stati portati avanti nonostante tutto", sottolinea il vicepresidente con delega alla responsabilità sociale di impresa, Danilo Casadei.