Quotidiano Nazionale logo
28 mar 2022

Prima domenica di primavera in Riviera, i turisti fanno capolino (e prenotano le case)

Molte le presenze, complice anche la riapertura di alcuni bagni. Il mercato immobiliare macina richieste. I gestori: "Sarà un anno da record"

giacomo mascellani
Cronaca

di Giacomo Mascellani

Prima domenica di caldo a Cesenatico ieri, nonostante il sole alla fine non abbia fatto capolino come durante la settimana. La cittadina della Riviera è però stata in ogni caso premiata da molte presenze, complici anche le prime riaperture di bagni e ristoranti in spiaggia. Che possa essere una buona stagione turistica, d’altronde, lo si era intuito subito dopo Natale nelle agenzie i telefoni anno iniziato a suonare con una certa frequenza.

La conferma viene dalle agenzie immobiliari presenti a Cesenatico, dove sul mercato degli affitti brevi ci sono circa 300 appartamenti: "Negli ultimi anni il mercato degli alloggi turistici è in crescita – spiegano gli addetti del settore –, e quest’anno in particolare è eccezionale, tant’è che vi sono vacanzieri i quali hanno prenotato l’appartamento con un anno di anticipo, in pratica quando sono tornati a casa dopo la vacanza della scorsa estate, hanno deciso di prenotare per l’estate 2022".

Da dove arrivano le richieste? "Ne abbiamo molte da famiglie provenienti da Bologna, Modena, Reggio Emilia, Milano, Bergamo e le altre province della Lombardia – confermano gli immobiliaristi –. L’alta stagione sta andando bene, con luglio e agosto praticamente sold-out, mentre ci sono ancora case disponibili per maggio e settembre e poche per giugno. La taglia più richiesta è il trilocale per ospitare famiglie con 4-5 persone".

Il parco case riguarda Cesenatico centro, sia Levante che Ponente, ma anche Valverde e Villamarina. "Il lavoro è partito molto bene, con molte richieste, e in questo il Covid ha influito parecchio – dice il titolare di un’altra agenzia cesenaticense –, portando un cambiamento di indirizzo delle vacanze. I turisti apprezzano le vacanze in appartamento, perché molti si sentono più sereni e sicuri in ambienti sanificati e protetti, senza le regole da rispettare rispetto alle tradizionali strutture".

Anche quest’anno le prenotazioni sono partite con netto anticipo: "Molti lo scorso anno già in aprile hanno faticato a trovare posto per luglio e agosto, così abbiamo registrato i mesi di gennaio e febbraio di altissima richiesta. Inoltre la pandemia, dalla quale speriamo di uscire al più presto, induce gli italiani e frequentare le nostre spiagge".

Quando si parla di seconde case in affitto, il tema dei prezzi è molto considerato, al pari della location e delle caratteristiche degli immobili. A tal riguardo ci sono buone notizie, nonostante i rincari: "I prezzi sono gli stessi dello scorso anno c’è stato un piccolo aumento relativo ai maggiori costi di gestione e delle utenze. Se aumenta tutto, qualche piccolo aumento prudenziale è fisiologico e comunque molto contenuto: la media è del 5 per cento".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?