Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 mar 2022

Quarta dose, l’Ausl ha convocato cinquemila pazienti ‘fragili’

Un messaggino telefonico per ricordare la possibilità della somministrazione senza prenotazione

3 mar 2022

Caro virus, di te non ci fidiamo. Se sarai ancora tra noi in autunno nessuno lo può dire ma intanto con una quarta dose di vaccino ti sbarriamo il passo verso chi è più fragile e più facilmente può diventare una tua preda. E’ questo il messaggio del prosieguo della campagna vaccinale partita il 1° marzo e riservata a chi ha problematiche di salute che, associate al coronavirus, potrebbero rivelarsi letali. L’attenzione sulla pandemia da Covid-19 si sta lentamente dissolvendo, non solo perché l’attenzione generale è spasmodicamente rivolta al conflitto in Ucraina, ma perché i contagi sono in continua contrazione mentre si conferma veloce anche la discesa dei ricoveri. La campagna per la somministrazione della quarta dose del vaccino anti Covid nei territori dell’Asl Romagna è partita con l’invio dei primi 5 mila messaggi telefonici che ricordano alle persone che rientrano nell’ apposito elenco che c’è la possibilità di sottoporti alla quarta inoculazione del vaccino semplicemente presentandosi agli hub vaccinali. Somministrazioni a libero accesso, dunque, e ieri erano già una ventina le persone che vi si sono sottoposte. Per chi non avesse la possibilità di spostarsi è prevista una semplice trafila che passa dai medici di medicina generale. Una volta coinvolti, i medici di famiglia, che hanno già l’elenco dei loro pazienti considerati fragili, fanno la segnalazione all’Asl che a sua volta delega alla vaccinazione a domicilio l’equipe infermieristica appositamente organizzata. In tutta la regione Emilia-Romagna i cosiddetti fragili sono 53 mila (900 mila in tutta Italia) calcolando chi ha dai 12 anni in su. Si tratta di persone che abbiano già ricevuto le tre dosi di ordinanza da almeno 4 mesi (120 giorni) e che si trovano in condizioni di immunodepressione. Queste persone non devono fare altro che attendere la convocazione dell’Autorità sanitaria locale. Il vaccino inoculato sarà Pfizer o ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?