Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 apr 2022

Rada Caselle: "Lo stile waack è un’arte espressiva"

La pioniera del ballo in Italia ha portato per la prima volta l’evento a Cesena con ballerini arrivati da tutto il mondo

27 apr 2022
ermanno pasolini
Cronaca
I ballerini internazionali durante le esibizioni di danza waacking al teatro Verdi
I ballerini internazionali durante le esibizioni di danza waacking al teatro Verdi
I ballerini internazionali durante le esibizioni di danza waacking al teatro Verdi
I ballerini internazionali durante le esibizioni di danza waacking al teatro Verdi
I ballerini internazionali durante le esibizioni di danza waacking al teatro Verdi
I ballerini internazionali durante le esibizioni di danza waacking al teatro Verdi

di Ermanno Pasolini

Dopo due anni di stop causa pandemia, l’evento ’Waack It Out’, dedicato allo stile di danza waacking, che prima si teneva a Bologna, è stato portato a Cesena al teatro Verdi organizzato da Rada Caselle, 39enne pioniera italiana di questo ballo, conosciuta in tutto il mondo. Proprio per questo alla competizione sono arrivati ballerini da ogni parte del mondo. Rada Caselle parla di questo evento.

Che tipo di danza è il waacking?

"E’ nata nei club gay della costa ovest degli Stati Uniti e in particolare a Los Angeles, come imitazione delle movenze delle attrici e delle cantanti dell’epoca".

Com’è nata l’idea di portare questo evento a Cesena?

"Sono di origini lucane e abito a Cesena da vent’anni. Era da tempo che volevo portare qui questo evento, ma soprattutto al teatro Verdi".

Quanti ballerini sono arrivati? "Circa 250 competitori e 150 come pubblico".

Quante categorie c’erano? "Quattro: improvvisazioni solisti principianti e professionisti; duo performance e contest coreografico".

Ci sono stati anche italiani? "Certamente. A Cesena siamo due insegnanti, io e Giada Gentii che diffondiamo questa cultura con corsi allo studio 524 in via ravennate a Cesena. La vincitrice della categoria principianti è arrivata da Porcari in provincia di Lucca; nei professionisti ha primeggiato una ragazza belga; nel duo performance sono arrivati sul podio più alto una coppia formata da un belga e da un australiano, al secondo posto due italiani da Torino e al terzo due ragazze greche; il contest coreografico è stato vinto da un gruppo belga".

Anche la giuria era internazionale?

"Io e due artisti francesi".

Soddisfatta della manifestazione?

"La paura era che a Cesena si faceva per la prima volta, ma soprattutto perchè dopo lo stop della pandemia fare arrivare ballerini da tutto il mondo non è stato facile. Sono soddisfatta perchè tutte queste persone hanno portato lavoro ai ristoranti, bar e alberghi".

Il costo?

"E’ elevatissimo. È stato un investimento che ho fatto io per questa mia grande passione. Il waacking è una cultura di rilevanza sociale dove le persone trovano spazio per esprimersi".

Lo rifarà l’anno prossimo?

"Se le condizioni lo permetteranno l’evento si rifarà ancora più grande".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?