Cesena, 10 settembre 2018 - Da spettatori, il bello è essere in via Malatesta Novello in cima ai 300 metri scarsi di salita a gustarsi tutte le fasi di una scalata a esclusiva misura di atleti d’acciaio. Da protagonisti il bello è arrivare a mettere la mano sul portone della Rocca Malatestiana fermando il cronometro di una sfida che ieri pomeriggio ha coinvolto 110 sportivi chiamati a percorrere il chilometro di tracciato che collegava piazza della Libertà alla fortezza sul colle Garampo.

Rokka 1000 appunto: un assalto al castello rivisitato in chiave moderna e sportiva con i podisti al posto degli armigeri pronti a darsi battaglia sul filo dei centesimi di secondo. Il tetto massimo fissato dall’Atletica Endas, che ha organizzato l’evento, era di 250 partecipanti ma non c’è stato bisogno di chiudere le iscrizioni anzitempo, perché il numero si è fermato abbondamene sotto il tetto. Vuoi il caldo di fine estate, vuoi lo spauracchio del percorso, al via si sono presentati 35 non completivi e 75 competitivi. Ha vinto Luca Benini che ha compiuto l’impresa in 3 minuti, 14 secondi e 9 centesimi, davanti a Roberto Muccioli e Gianluca Borghesi. Tra le donne invece ad esultare è stata Judit Varga che ha chiuso la gara in 3 minuti, 51 secondi e 3 decimi. C’è un anno di tempo per preparare la rivincita.