Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Torna la festa di Santa Croce e la processione del crocifisso in legno

Dopo due anni riprende vita la più amata celebrazione religiosa della città

Il Cristo che sarà portato in processione. per la festa di S.Croce
Il Cristo che sarà portato in processione. per la festa di S.Croce
Il Cristo che sarà portato in processione. per la festa di S.Croce

A Savignano torna l’antichissima festa di Santa Croce in Borgo San Rocco, dopo l’annullamento causa pandemia di quella del 2020 e nel 2021 realizzata solo con il programma religioso. Quest’anno la festa di Santa Croce, la più grande religiosa della città, si farà come prima, rinata nel 1972, con programma religioso e ricreativo, organizzata dal comitato e dalla parrocchia di Santa Lucia. Nella chiesa di San Rocco sabato 30, domenica 1 e lunedì 2 si susseguiranno messe, rosari e vespri nella chiesa principale. Martedì 3 alle 17 si celebrerà la messa presieduta dal vescovo di Rimini Francesco Lambiasi, mentre alle 18 invece si terrà una processione per la vie del paese con il crocifisso miracoloso a cui parteciperà il vescovo Francesco Lambiasi.

Uno dei momenti più attesi della festa, è sempre stata la processione del 3 quando da tempo immemorabile il grande crocifisso in legno d’ulivo del 1200 viene portato a spalla dai fedeli per le vie della città. Esiste una tradizione-leggenda che suggestiona ancora fedeli e non. Durante la processione se il tempo è bello per un anno tutto andrà bene per un anno, se invece piove o ci sono altri motivi di impedimento e il Crocifisso non può essere portato in processione, ci saranno invece guai grossi per la Chiesa. I nonni raccontano che nel secolo passato il Crocifisso di San Rocco è stato bagnato poche volte dalla pioggia e quando addirittura non è potuto uscire dalla chiesa ci sono stati lutti e guerre.

L’ultima ’bagnata’ l’ha subita il 3 maggio 1981. Dieci giorni dopo, il 13 maggio, ci fu l’attentato a Papa Giovanni Paolo. Dice il parroco don Piergiorgio Farina: "La preghiera al Crocifisso non vuole essere scaramanzia, ma affidarci in questo tempo così difficile al Signore della vita".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?