Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 giu 2022

Cesena, il turismo non teme i contagi

Ripresa dell’epidemia, disdette negli hotel. Ma gli albergatori: «Fisiologico, rimpiazziamo le prenotazioni» 

26 giu 2022
giacomo mascellani
Cronaca
RAVAGLIA 222/05/20 CESENATICO SOGGIORNO HOTEL MIRAMARE TURISMO TURISTA TURISTI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS-  LA STANZA IGENIZZATA
Turismo Cesena, operatori fiduciosi per la stagione
RAVAGLIA 222/05/20 CESENATICO SOGGIORNO HOTEL MIRAMARE TURISMO TURISTA TURISTI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS-  LA STANZA IGENIZZATA
Turismo Cesena, operatori fiduciosi per la stagione

Cesena, 26 giugno 2022 - Il riaccendersi dell’epidemia con l’aumento dei nuovi casi di Covid rischia di nalizzare anche il turismo? L’aumento degli assembramenti da una parte e le mascherine tolte quasi ovunque, hanno favorito la diffusione di una variante del virus che, sebbene da un lato sia fortunatamente meno letale, dall’altro ha una grande capacità di diffondersi. Nella nostra costa di Forlì-Cesena le strutture ricettive sono più di 400 e gli albergatori stanno affrontando seriamente la questione, anche perché sono arrivate le prime disdette, tuttavia si tratta di casi isolati e in proiezione sono fiduciosi per la tenuta del mercato e delle prenotazioni. Leggi anche "Omicron 5, quadruplicata in venti giorni" Leandro Pasini, presidente di Adac Federalberghi, l’associazione alla quale sono iscritte oltre 200 dei circa 300 hotel e residence di Cesenatico, valuta la situazione con serenità: "Ci sono state delle disdette da parte di persone che non vengono in albergo perché hanno contratto il Covid e altri che fanno partenze anticipate perché si sono contagiati, oppure hanno a casa parenti che si sono contagiati. Ma non facciamo allarmismi perché non ci sono casi gravi, nessun ospite è dovuto ricorrere alle cure in ospedale e sino ad ora, tenuto conto delle varie decine di migliaia di turisti che ospitiamo, parliamo veramente di pochi casi e di una percentuale bassissima". Per la continuazione della stagione Pasini è ottimista: "Parliamo in media di una camera disdetta per ogni albergo, ma affrontando una stagione con luglio e agosto in cui buona parte degli alberghi hanno quasi tutte le camere già prenotate, sarà facile rimpiazzare quelle che disdicono, quasi in tempo reale. Non dobbiamo stupirci di quello che sta accadendo, perché non usando più protezioni e vivendo con maggiori contatti, ci si contagia più facilmente, ma molti lo vivono veramente come un raffreddore ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?