GIACOMO MASCELLANI
Cronaca

Un’insegnante dà voce alle tragedie del mare

Tiziana Scimone e tre terze di Villamarina sono protagoniste del brano e video ’Il lamento del mare’.

Un’insegnante  dà voce alle  tragedie del mare

Un’insegnante dà voce alle tragedie del mare

di Giacomo Mascellani

Un’insegnante di Cesenatico ed alcuni scolari, sono i protagonisti della canzone ’Il lamento del mare’, il cui testo è centrato sul dramma e il dolore dei migranti che cercano una nuova vita. In un contesto dove le tragedie nel mare Mediterraneo sono purtroppo frequenti, in città si discute molto di questo argomento di grande attualità e non è certo un caso che anche uno degli eventi culturali più importanti dell’estate 2023 in riviera e non soltanto per Cesenatico, sia la mostra ’Touroperator’ dell’artista Massimo Sansavini, allestita al Museo della Marineria e dedicata proprio a questo tema.

La cantautrice e insegnante Tiziana Scimone ha deciso di dare voce alle tragedie del mare e ha coinvolto nel video della canzone alcuni alunni della scuola elementare di Villamarina del secondo circolo di Cesenatico. Si scopre così che l’accoglienza, la solidarietà e l’inclusione dei migranti, sono il filo rosso che unisce il cuore della Romagna a quello della Calabria. La cantautrice Scimone è infatti di origine calabrese e insegna a Cesenatico, in una scuola ad alto flusso migratorio. In questo progetto canoro ha coinvolto degli studenti delle classi 3ªB e 3ªC di Villamarina, grazie anche alla preziosa collaborazione della collega Patrizia Gregori e di Mattia Angelini che ha curato le riprese.

Il video è stato presentato nell’ambito della mostra di Massimo Sansavini al Museo della Marineria. Il brano è una sorta di preghiera, in un testo dove è scritto "che il tuo Dio e il mio Dio ascolterà", con il linguaggio misto di chi accoglie e di chi cerca salvezza ("che solo il mare ha accolto senza chiedere né visto né identità"), ed è per questo che è stato volutamente scritto in dialetto calabrese e lingua araba.

Il brano concorrerà all’edizione 2023 del Premio Music for Change 14th Award di Musica contro le mafie, dal 27 giugno al 24 luglio. E’ l’occasione per conoscere una maestra e soprattutto una donna poliedrica e sensibile ai temi sociali, con i quali si è spesso confrontata e che hanno fatto da sfondo alla scrittura di altri brani. Tiziana Scimone ha dedicato ’Il lamento del mare’ ai migranti che cercano un sogno di libertà, mettendo a rischio la vita. "La musica abbatte tutti i limiti linguistici - dice - e anche i bambini, nel finale del video, formano un grande cuore con i loro corpi, con l’intento di ricordare e lanciare un monito contro quanto accade, ormai ogni giorno nelle acque dei nostri mari. ’Il lamento del mare’ è una melodia di speranza, dove suoni del mare, del cielo e della terra si fondono attraversando i confini linguistici".