Quotidiano Nazionale logo
6 apr 2022

Villa Almerici in mano al Campus

Il Comune di Cesena ha prorogato la concessione dell’immobile, sede di Scienze degli alimenti, fino al 2059

L’ingresso di Villa Almerici
L’ingresso di Villa Almerici
L’ingresso di Villa Almerici

Villa Almerici si prepara a rifarsi il look. Edificata nel 1930 e oggi sede del Campus universitario di Scienze degli Alimenti, sarà presto interessata da lavori di ristrutturazione, adeguamento antincendio e di messa in sicurezza. Al fine di poter cogliere l’opportunità offerta dal bando del Ministero dell’Università e della Ricerca il Comune di Cesena ha prolungato a favore dell’Università di Bologna la concessione in uso dell’immobile fino al 31 dicembre 2059. "Villa Almerici – commenta l’assessora all’Università Francesca Lucchi – rappresenta un presidio importante della realtà universitaria cesenate sul fronte dell’agro-alimentare e rientra nella rete regionale dei dieci centri di ricerca industriale sorti grazie allo sforzo congiunto di Regione, Università di Bologna e le amministrazioni locali. Così come avvenuto per la sede di Psicologia, e più in generale con la creazione di un polo universitario unico all’ex Zuccherificio, sosteniamo lo sviluppo edilizio e la valorizzazione dell’insediamento universitario nel territorio comunale in un’ottica di crescita culturale, economica e sociale. Gli interventi che saranno eseguiti all’interno del complesso immobiliare di piazza Goidanich, frequentato da circa 742 studentesse e studenti, renderanno gli spazi più performativi e certamente alla portata dei tempi con particolare attenzione alla sicurezza degli studenti e della popolazione universitaria".

"Il complesso di Villa Almerici ‘diretto’ dalla professoressa Santina Romani – commenta il presidente di Campus Massimo Cicognani – è la sede in cui si svolgono le attività di didattica e di ricerca nel settore delle Scienze e Tecnologie Alimentari del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna. La sede ospita dai primi anni ’90 i corsi di laurea triennali in ‘Tecnologie Alimentari’, ‘Viticoltura ed Enologia’, ‘Scienze e Cultura della Gastronomia’, attivo a partire da questo anno accademico, e il corso di laurea magistrale in ‘Scienze e Tecnologie Alimentari’. Nell’edificio centrale, si trovano otto aule per la didattica con diverse capienze, oltre a uffici del personale tecnico-amministrativo e studi del personale docente".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?