Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mag 2022

Villamarina, la scuola materna ha il suo ’bosco magico’

E’ stato costruito con materiali di recupero usando particolari metodologie con tanta fantasia, creatività con giochi di luce, video, suoni e musiche

31 mag 2022
Bimbi protagonisti del bosco magico
Bimbi protagonisti del bosco magico
Bimbi protagonisti del bosco magico
Bimbi protagonisti del bosco magico
Bimbi protagonisti del bosco magico
Bimbi protagonisti del bosco magico

di Giacomo Mascellani

A Villamarina c’è un ’bosco magico’. A realizzarlo sono stati i bambini della scuola materna del quartiere e un team di insegnanti, sostenuti dal 2° Circolo Didattico di Cesenatico, con in testa il dirigente Saverio Gallizzi. Il bosco è stato costruito con materiali di recupero, l’uso di particolari metodologie e soprattutto tanta creatività. Il risultato è un ambiente affascinante in cui si impara attraverso lo stupore, la meraviglia e le emozioni. È stata una piccola e grande sfida, per le tante difficoltà che ogni giorno si incontrano nella scuola, fra le quali la mancanza di finanziamenti.

Grazie all’associazione ’Tra il cielo e il mare’ che ha organizzato una cena benefica, le insegnanti hanno potuto drammatizzare una favola, ricevendo in dono due lampade Wood. Nella scuola materna è stato così creato un ambiente in cui i giochi di luci, colori, video, suoni e musiche, creano appunto l’effetto magico. Il bosco magico è caratterizzato da percorsi interattivi multisensoriali e motori, in cui i bambini sono i veri attori. Inizialmente questo progetto è nato per i bambini della scuola dell’infanzia, poi si è pensato di ampliarlo ed estenderlo alle classi prime e quarte della scuola elementare di Villamarina, come percorso ponte per il Progetto Continuità, ed in seguito a tutto l’istituto. Alla fine più di 400 bambini, ovviamente una classe alla volta, hanno partecipato al progetto.

La maestra Cinzia Giorgetti, da anni paziente oncologica, dà un significato speciale a questo progetto: "Il nostro bosco magico è nato da un team affiatato di colleghe ed è un modo concreto per mettere in atto la resilienza. Infatti, se alcuni anni fa sono riuscita a portare la scuola nel mio mondo di malattia grave e di sofferenza, facendolo diventare il mio grande punto di forza in cui i bambini sono stati e sono tuttora la mia medicina migliore, adesso dovevo portare il mondo esterno dentro la scuola, in un momento storico come questo, in cui i bambini sono divisi in bolle, in cui per un lungo periodo non si potevano fare nemmeno uscite all’aperto. Così lo scorso anno è nata la ’stanza magica’, che quest’anno si è evoluta e trasformata nel ’bosco magico’, dove con la fantasia tutto è possibile. Possiamo dire che questa è la dimostrazione concreta di una scuola che nonostante le molte difficoltà, ha ancora tanta voglia di mettersi in gioco, di emozionarsi e soprattutto di far star bene i bambini". La tecnologia è stata fondamentale per sviluppare questo progetto: "Questo bosco non si può raccontare con le parole, così abbiamo inserito un codice segreto, un QR code di cui il nostro bosco è pieno e con cui giochiamo, per dare un piccolo assaggio di cosa facciamo, quindi è sufficiente aprire il codice e vedere il video, che abbiamo mostrato anche al sindaco Matteo Gozzoli".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?