Visita a Riccione della classe III A

L'ex Colonia Reggiana, conosciuta come Colonia "Amos Maramotti", a Riccione è abbandonata da oltre dieci anni, subendo l'erosione naturale e il degrado umano. Costruita negli anni '30 per contrastare la Grande Depressione, oggi rappresenta un triste spettacolo.

Passeggiando per viale Gabriele D’Annunzio a Riccione, possiamo osservare un ampio edificio che si ritrova a ridosso del mare, intaccando, nel suo stato di totale abbandono, la bellezza naturale del luogo. Si tratta dell’ex Colonia Reggiana, conosciuta anche col nome di Colonia "Amos Maramotti", che dismessa da oltre dieci anni, è oggi preda di un lento processo di erosione da parte della natura, con la salsedine che ne ha totalmente intaccato gli intonaci, e di degrado a causa degli uomini. La colonia è stata costruita nel 1934 su progetto dell’ingegner Costantini. Erano gli anni Trenta, la Grande Depressione faceva sentire ancora le sue conseguenze sull’economia di tutto il mondo, e il regime fascista cercava di contrastarla.