Albergatori, una ricetta per il benessere dei dipendenti
Albergatori, una ricetta per il benessere dei dipendenti

Cesenatico (Cesena) - 28 febbraio 2018 La salute dei dipendenti e la sicurezza dei dati contenuti nei computer, sono i principali argomenti di cui si parlerà giovedì 1° e venerdì 2 marzo, nel corso dell’edizione 2018 del Workshop dell’Ospitalità, la fiera evento organizzata da Adac Federalbeghi Cesenatico.
L’appuntamento è al Grand Hotel di Cesenatico, in piazza Andrea Costa, dove oltre venti espositori portano le loro nuove proposte per quanto riguarda prodotti, merce e servizi.

Gli albergatori di Cesenatico si sono appoggiati a Federalberghi Emilia-Romagna per organizzare due importanti incontri e seminari di approfondimento.
Giovedì 1° marzo, alle 15, il tema è Welfare Cesenatico, in cui il relatore Luigi Angelini illustrerà i vantaggi per le imprese e per i lavoratori previsti dalle nuove norme legislative e darà la possibilità a tutti i soci di entrare nel pianeta welfare creato da Adac Federalberghi Cesenatico. L’evento è organizzato in collaborazione con Media Consulting e Merdia Tip srl.
Venerdì 2 marzo, sempre a partire dalle 15, si parlerà invece di Cybersecurity, la sicurezza dei dati personali ed aziendali. L’esperto Arturo di Corinto, direttore commerciale del Laboratorio nazionale Cybersecurity, comunicherà sulla pericolosità dei dati inseriti nei terminali e quindi nelle mail e nei documenti privati.

Il presidente dell’Adac Giancarlo Barocci crede molto nel convegno di oggi: “Ho partecipato a Romagna Welfare, il convegno tenuto sabato scorso a Cesena Fiera in cui si è parlato di benessere dei dipendenti a oltre 150 aziende tra le più grandi in Romagna. Per noi la nascita di una piattaforma di Welfare a Cesenatico è proprio la realizzazione pratica di un importante progetto locale. Ho immediatamente capito che con questa piattaforma si possono aiutare gli associati Adac, utilizzando le decontribuzioni, migliorando il clima aziendale e lo sviluppo di impresa. Inoltre, convenzionando principalmente attività di Cesenatico, si evita che le risorse dei lavoratori finiscano sempre in grandi multinazionali come Amazon o Ikea, per farle rimanere sul territorio. Dai prodotti alimentari al ristorante, dalla palestra al centro benesser,e passando per buoni spesa potenzialmente in tutti i negozi, sino ai buoni benzina. Pensiamo ad un modello per la Romagna e non solo”.