Cesena, 23 ottobre 2019 - “Ah che bell’ ‘o cafè | pure in carcere ‘o sanno fâ | co’ â ricetta ch’a Ciccirinella | compagno di cella | ci ha dato a mammà”. Chissà che cosa avrebbe pensato Fabrizio De Andrè, fine conoscitore del rituale tipicamente napoletano del caffè, se si fosse trovato a tu per tu con Kuka, il “robot-barista” (video) che stamattina ha fatto il caffè durante la sua presentazione a Cibus Tec, salone sulla meccanica per l’agroalimentare attualmente in corso alle Fiere di Parma. Lasciando a bocca aperta passanti e visitatori – tra cui il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini – Kuka ha raccolto preferenze e ordinazioni da un tablet posto sul bancone del bar, ha preparato accuratamente i caffè e, infine, ha servito con eleganza le tazzine agli ospiti.


Un’innovazione tutta “made in Cesena”, quella del robot antropomorfo di nuova generazione, che per la prima volta è in grado di collaborare con operatori umani senza mettere a rischio la loro sicurezza. Kuka è stato concepito e realizzato da Comega, azienda di automazione industriale con sede a Cesena, leader nella progettazione di sistemi di confezionamento e incartonamento per l’agroalimentare, soprattutto per i settori avicolo e caseario.


“Si tratta di soluzioni ad alta tecnologia, già ampiamente usate nella medicina”, conferma l’amministratore delegato di Comega, Andrea Bellini. “Il nostro compito è estenderle ad altri settori, come l’agroalimentare e l’automotive, fino a farle diventare di largo consumo, viste le loro numerose possibilità di applicazione”. Non si contano, infatti, le possibili applicazioni del robot, pensato per affiancare gli operatori umani nelle mansioni ripetitive e nei contesti che richiedono precisione ed efficienza per periodi particolarmente prolungati.