Dipendenti Technogym all’inaugurazione del ‘Village’. Sotto, Nerio Alessandri

Cesena, 17 giugno 2018 - ‘Prossima fermata: Italia’. È lo slogan che campeggia da qualche giorno sui canali ufficiali del Global Wellness Summit, l’organizzazione mondiale che raggruppa gli industriali e i rappresentanti dell’industria del benessere. Un mercato da 4mila miliardi di dollari annui, in cui l’Italia gioca da protagonista, e in cui Italia, a ben guardare, sta per Cesena.

Sarà per questo che per l’edizione 2018 del summit, la dodicesima dalla sua fondazione, in programma dal 6 all’8 ottobre, gli organizzatori hanno scelto Cesena. Protagonista la Wellness Valley e il suo colosso, Technogym, che ospiterà l’evento nel suo Village. Saranno tre giorni importanti per la città, anche in termini di indotto, e lo dicono i numeri: al Global Wellness Summit parteciperanno oltre 600 esperti, ricercatori, industriali e professionisti dell’industria mondiale del benessere, provenienti da più di 45 nazioni nel mondo, protagonisti di un settore allargato che dal fitness arriva fino alla cosmesi, passando per la nutrizione, la medicina e un mucchio di altre cose. L’edizione 2018 che si terrà a Cesena, si intitola Shaping the business of wellness, ovvero ‘Plasmando il business del benessere’.

E’ la prima volta dal 2000 che il summit si terrà in Italia. Fino ad ora ha girato il mondo: molto spesso in Usa, ma anche in Svizzera, Turchia, India, Indonesia, Marocco. L’ultima edizione si è tenuta a Palm Beach, in Florida. Sul perché della scelta, Susie Ellis, presidente e ad del Global Wellness Summit, non ha molti dubbi: “Gli Italiani hanno uno stile di vita spontaneamente incentrato sul benessere – spiega –, e vantano un tasso di obesità tra i più bassi in Europa”. Perciò “portare il Global Wellness Summit in Italia dà la possibilità di celebrare il suo crescente impatto nell’economia del wellness, in rapida espansione”.

La prossima sarà poi anche la prima edizione organizzata all’interno di un’azienda privata. Nerio Alessandri, fondatore e ad di Technogym, è ben felice che sia stata scelta la sua: “Abbiamo lanciato il concetto di wellness oltre 25 anni fa – ricorda –, quando nel settore si parlava solo di fitness. Oggi il wellness ha cambiato paradigma del settore, trasformandolo da un mercato di nicchia per sportivi e appassionati, ad un settore in grado di coinvolgere un pubblico molto ampio”. Per questo “siamo entusiasti di ospitare i leader internazionali che prenderanno parte al summit, coi quali condividiamo il nostro impegno ad aiutare le persone in tutto il mondo a diventare più felici e più sani”.