Cesena, 29 gennaio 2018 - Le ultime concitate fasi della composizione delle liste dei candidati del Movimento 5 Stelle si sono concluse con una sorpresa per il collegio uninominale cesenate della Camera. Designato direttamente da Roma, è spuntato il nome di Sergio Culiersi. «Davvero? Ancora non avevo avuto nessuna conferma», dice lui raggiunto telefonicamente in serata. Sessantun anni, è un ex poliziotto noto soprattutto a Forlì: ha lavorato in Questura dal 1991 al 2009 come capo di gabinetto e della Squadra mobile.

Prima, negli anni Ottanta, era stato a Cesena al Caps e alla Polizia stradale. Dopo Forlì, era andato a Padova per poi chiudere come primo dirigente del commissariato di Imola dal 2012 fino alla pensione nel marzo 2017. Da allora, esercita come avvocato (in uno studio di Milano Marittima) e come docente di Istituzioni di diritto pubblico alla sede forlivese della facoltà di Economia.

Laureato in giurisprudenza e scienze politiche, è originario di Maglie in provincia di Lecce ma da anni vive a Forlì. Oltre che in tutto il Cesenate, il suo nome sarà sulla scheda anche di molti comuni del Forlivese: Civitella, Galeata, Santa Sofia, Predappio, Premilcuore, Castrocaro, Dovadola, Rocca San Casciano e Portico. È stato scelto dopo aver mandato il curriculum. «Ho conosciuto da vicino il Movimento 5 Stelle proprio a Imola, durante la loro convention qualche anno fa». Culiersi non è uno dei nominativi della ‘rosa’ espressa dal Movimento 5 Stelle cesenate, non era candidato alle ‘parlamentarie’ e, ieri sera, per i grillini locali era sostanzialmente uno sconosciuto.

La giornata clou per le candidature era cominciata in grande stile, con la calata a Cesena di Beppe Grillo e Luigi Di Maio. I due big del movimento si sono incontrati sabato sera al ‘Vidia’ dove il comico genovese era impegnato in una delle prime date del suo nuovo tour nazionale.

Grillo e Di Maio hanno dato vita a una scenetta riportata poi sul profilo Facebook del candidato premier del M5S. «Se volete ci stiamo un po’ sul c... per voi della stampa possiamo continuarla così anche domani questa cosa» hanno detto in un video girato all’interno del Vidia. «Io non lo sopporto», comincia Grillo come voce fuori campo nel video. E Di Maio, inquadrato in primo piano, subito risponde: «Non lo sopporto più, è diventato pesante». Alla fine i due si abbracciano. Lo spettacolo di Grillo ha fatto registrare il pienone.