Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 feb 2022

Simon Cracker fa sfilare la figlia di Asia Argento e Morgan

Anna Lou Castoldi, la giovane modella, ha presentato le creazioni del cesenate sulla passerella di Altaroma

12 feb 2022
maddalena de franchis
Spettacoli
La modella Anna Lou Castoldi sfila per Simon Cracker
La modella Anna Lou Castoldi sfila per Simon Cracker
La modella Anna Lou Castoldi sfila per Simon Cracker
La modella Anna Lou Castoldi sfila per Simon Cracker

Cesena, 12 febbraio 2022 - Ha voluto in passerella Anna Lou Castoldi – la figlia 21enne di Morgan e Asia Argento, già nota per aver recitato nella terza stagione della serie Netflix ‘Baby’ e ora al debutto nel mondo della moda – perché incarna perfettamente lo spirito ‘punk gentile’ cui è ispirata la sua ultima collezione. Lo stilista cesenate Simone Botte – in arte Simon Cracker – ha presentato i suoi abiti in una cornice d’eccezione: la passerella di Altaroma, che l’anno scorso l’aveva visto tra i finalisti del prestigioso concorso ‘Who is on next?’ (letteralmente, ‘Chi è il prossimo?’), finalizzato alla ricerca e al sostegno di giovani talenti nel settore della moda.
"Nel 2021, essere punk non significa farsi beffe del prossimo o trasgredire le regole", dichiara Botte.

"Il punk ha sempre spaventato: effettivamente, al giorno d’oggi, la gente è più spaventata e sospettosa quando vede qualcuno aiutare un anziano ad attraversare la strada, anziché stupirsi per uno spintone in metropolitana". Ecco, allora, il punk ‘gentile’ secondo Simon Cracker: un punk romantico e rivoluzionario come lo è, di questi tempi, la gentilezza, nei confronti sia del prossimo che dell’ambiente.

La figlia di Morgan e Asia Argento può dirsi la perfetta testimonial della filosofia di Cracker: sul suo profilo Instagram, seguito da quasi 53.000 follower, ha lanciato spesso messaggi contro l’odio in rete, di cui lei stessa ha dichiarato di essere stata vittima. Tornando alla passerella romana, la neo-modella ha aperto il defilè con un abito-camicia bianco a pois rossi, indossato sotto un giaccone rosso. La collezione – una riflessione sulla femminilità, a partire dall’abito da sposa - racconta i matrimoni romagnoli: le foto delle cerimonie di famiglia sono stampate sulla maglieria e sulle camicie. Crinoline, pizzi e tulle invadono i look da ogni giorno, fino ad arrivare all’abbigliamento maschile sartoriale fuso con l’abito più carico di significato nella vita di ogni donna, quello da sposa. La collezione è 100% ecosostenibile grazie al supporto dell’associazione di beneficienza ‘Emmaus’ di Tipano.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?