Capitan Brkic riceve il premio per la squadra seconda classificata
Capitan Brkic riceve il premio per la squadra seconda classificata

Porto San Giorgio 3 marzo 2019 – Ai Tigers Amadori non riesce il ruggito decisivo: la squadra di coach Di Lorenzo si è arresa all’Omegna nella finale per Coppa Italia di Serie B cadendo 72-81 in una gara praticamente senza storia segnata dalla determinante assenza di Papa e dalla giornata storta di Brkic che cade nella trappola tesa dai piemontesi e preparata apposta per lui, con l’intento di mandarlo fuori giri. Il coach cesenate prova a mescolare le carte per quaranta minuti, schierando quintetti atipici di ogni tipo, con due lunghi, o con tutti piccoli, nel tentativo di piazzare il break che avrebbe potuto riaprire la gara. Occasione sfiorata un paio di volte, ma non concretizzata fino in fondo per via dell’abilità degli avversari di punire sempre al momento giusto. Nella tre giorni di basket marchigiana, dedicata alle migliori squadre del panorama nazionale della categoria, le Tigri hanno comunque ampiamente dimostrato di avere i mezzi per giocarsi fino in fondo le chance – e i sogni – di promozione. Ora il mirino torna dunque sul campionato e sul big match di domenica prossima al Carisport nel derby contro Faenza, sconfitta sabato pomeriggio proprio in semifinale di Coppa.

Luca Ravaglia