Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Nuovo Cesena calcio, si fanno avanti i maltesi. Ora la corsa è a tre

Annunciato l’arrivo della terza busta. Lugaresi pronto a dare le chiavi del Manuzzi

di LUCA SERAFINI
Ultimo aggiornamento il 22 luglio 2018 alle 07:23
Alberto Zaccheroni e Dionigio Dionigi

Cesena, 22 luglio 2018 - Domani mattina dovrebbe arrivare, via corrispondenza (spedita il 17 luglio), all’ufficio protocollo del Comune una terza proposta di partecipazione al bando per il nuovo Cesena. Lo ha annunciato Nunzio Antignani presidente dell’Hamrun Spartans, società maltese che milita nel massimo campionato di quel Paese e dove ha giocato anche l’ex bianconero Davide Succi. Si va così ad aggiungere alle candidature di Pubblisole (che fa da collettore a una ventina di aziende locali) e di Pt Group Management Sas di Benevento.

Domani alle 9, dopo l’apertura di tutti i progetti, si riunirà la commissione tecnica, nella quale sarà presente anche Alberto Zaccheroni, per occuparsi in particolare dello stadio e Villa Silvia. Al pomeriggio toccherà al gruppo di esperti coordinati da Dionigio Dionigi, che valuterà soprattutto garanzie e aspetto economico. Il vincitore dovrebbe essere comunicato martedì, difficilmente domani. Nettamente favorita Pubblisole, che se dovesse aggiudicarsi il bando rileverà il titolo sportivo dal Romagna Centro, militerà in serie D con il nome di Cesena Fc e in tre anni prevede una disponibilità economica di 5 milioni, capitale sociale 200mila euro.

Il comune in una quindicina di giorni consegnerebbe la disponibilità dello stadio e Villa Silvia. A proposito dei due impianti: ieri mattina l’Ac Cesena, attraverso il presidente Giorgio Lugaresi, ha comunicato in municipio attraverso posta certificata d’essere pronto a riconsegnare il Manuzzi chiedendo un incontro per farlo. Nel caso fosse Pubblisole a imporsi nel bando, si farebbe subito da parte (gestendo però pubblicità e comunicazione) per lasciare spazio alle aziende coinvolte che formeranno in fretta una NewCo. Subito dopo sarà nominato il direttivo del Cesena Fc ricordando che il Romagna Centro gestirà il settore giovanile. L’allenatore sarebbe Giuseppe Angelini già attualmente alla guida del club di Martorano, la D l’ha vinta due volte a Bellaria e Santarcangelo. Sarebbe confermato anche lo staff attuale. Come tecnico dei portieri dovrebbe arrivare l’ex bianconero Francesco Antonioli.

In caso di vittoria del gruppo locale occorrerebbe un presidente, per motivi di disponibilità, e altro, difficili le ipotesi di Michele Manuzzi e Lorenzo Lelli che ha diretto fino a ieri il vivaio bianconero. Sta prendendo quota il nome di Augusto Patrignani titolare della Maxicart, presidente della Confcommercio di Cesena e dell’Unione provinciale Forlì-Cesena. Fondamentale sarà anche il ds, colui che materialmente costruirà la squadra. In D occorre ragionare da D, conoscere la categoria benissimo. Ipotesi al momento più accreditate quelle del sampierano Oberdan Melini (che con Angelini si è aggiudicato due campionati di D) e di Massimo Andreatini della Fermana, più defilato Andrea Galassi già nel Cesena e a Parma.

Il gruppo toscano guidato dal consulente fiscale Francesco Giuseppe Cioffi, dello studio tributarista legale Russo, avrebbe dato la disponibilità a Pubblisole per coprire la metà del capitale sociale: «Martedì in caso di successo del gruppo locale – spiega il fiscalista – ci incontreremo con Pubblisole per verificare se esiste la possibilità per il nostro studio di occuparsi della parte finanziaria e fiscale a servizio della nuova società, il nostro mestiere da sempre».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.