Così il difensore Viscomi ha segnato la rete per un allungo che potrebbe risultare decisivo per il ritorno in C
Così il difensore Viscomi ha segnato la rete per un allungo che potrebbe risultare decisivo per il ritorno in C

Cesena, 16 gennaio 2019 – Un Cesena autoritario che nel momento che pareva un po’ scarico ha trovato la ‘zampata’ per aggiudicarsi (2-1) il big match con il Matelica. Ora i punti di vantaggio sui marchigiani secondi sono saliti a dieci. I bianconeri hanno così ottenuto la settima vittoria di fila, il campionato di D è ancora lunghissimo ma l’ipoteca ormai c’è. Ricordiamo che la squadra di Angelini ha recuperato ben 17 punti al Matelica nelle ultime sette gare.

Anche oggi ha dimostrato la propria forza contro un avversario dinamico soprattutto in attacco. Romagnoli in vantaggio con un bel gol di Ricciardo ispirato da Alessandro al 38’ del primo tempo, poi a inizio ripresa un grossolano errore del portiere Agliardi (un elemento spesso risultato decisivo e autore di una ottima stagione) permette a Florian di pareggiare. Subito dopo gli ospiti restano in dieci per l’espulsione del difensore Benedetti (doppia ammonizione) reo di un fallo su Ricciardo. Ma quando il Cesena pare spegnersi ecco che sfodera la ‘zampata’ tipica di questa squadra da primato. Punizione di Alessandro da destra, Biondini ‘spizzica’ la palla di testa e Viscomi sul secondo palo da distanza ravvicinata insacca. Domenica prossima derby a San Mauro Pascoli (ore 14.30) contro la Sammaurese. Il campionato è ancora lungo ma il Cesena capolista sta volando.