Quotidiano Nazionale logo
1 mar 2022

Cesena, per fortuna che febbraio è finito

Le sette gare in 26 giorni con tanti infortunati hanno fruttato due vittorie, tre pari e due sconfitte. Ma il terzo posto è ancora bianconero

Michele Nardi, portiere e punto fermo del Cesena che ha vissuto un mese di febbraio sicuramente non facile e molto impegnativo (. Ravaglia
Michele Nardi, portiere e punto fermo del Cesena che ha vissuto un mese di febbraio sicuramente non facile e molto impegnativo (. Ravaglia
Michele Nardi, portiere e punto fermo del Cesena che ha vissuto un mese di febbraio sicuramente non facile e molto impegnativo (. Ravaglia

di Roberto Daltri Toccando il punto più basso della stagione, almeno a livello di prestazione offerta, il Cesena ha chiuso in modo negativo un mese di febbraio da sette partite in 26 giorni. È stato quasi un giro sulle montagne russe fatto di alti e bassi dal quale i bianconeri escono con nove punti (due vittorie, tre pareggi e due sconfitte) con nove le reti segnate e otto quelle subite. Il primo impegno arriva il due quando il Cesena ospita la Lucchese. Pierini è straripante e porta avanti i suoi. Poi la Lucchese nella ripresa con Belloni trova il pareggio vanificando il fatto che Nardi aveva respinto il rigore di Semprini. L’impegno successivo è la trasferta sul campo del Modena. Il Cesena non riesce ad impensierire il portiere ma non sfigura contro la capolista a cui basta il rigoredi Tremolada per vincere. Domenica 13 all’“Orogel Stadium Dino Manuzzi“ arriva il Grosseto. Tutti vogliono vedere il Cesena deciso dei bei tempi e invece il Grosseto passeggia, Nocciolini sembra Van Basten contro una difesa che sbaglia tutto quello che prova. Nella ripresa sotto di due gol e buttandola sull’orgoglio, la squadra rimonta fino al tre pari, curioso che l’assist a Caturano lo fornisca Zecca appena rientrato da un infortunio e subito tornato poi fra gli indisponibili. Il mercoledì successivo, è il 16, trasferta sul campo dell’Ancona Matelica per un Cesena che in appena tre giorni ritrova tutte le sue certezze. Primo avviso la traversa di Bortolussi poi ci pensano i difensori; Ciofi la sblocca, Candela arrotonda e per i palati raffinati arriva il gol di Pierini col destro a giro. Passano quattro giorni e tocca di nuovo ad una marchigiana, anche questa sconfitta. Bortolussi segna ed arriva in doppia cifra, pareggia la Vis Pesaro nella ripresa ma poi Candela con un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?