Quotidiano Nazionale logo
2 mar 2022

Ernesto Cristiano, il bancario che corre veloce Conquista la medaglia di bronzo nei 60 e 200 metri

Il dipendente del Credito. Cooperativo Romagnolo. è passato con successo. dalle maratone alla velocità

Ernesto Cristiano mentre taglia il traguardo durante una delle prove ai campionati nazionali di Padova. Ha conquistato due medaglie di bronzo
Ernesto Cristiano mentre taglia il traguardo durante una delle prove ai campionati nazionali di Padova. Ha conquistato due medaglie di bronzo
Ernesto Cristiano mentre taglia il traguardo durante una delle prove ai campionati nazionali di Padova. Ha conquistato due medaglie di bronzo

di Luca Ravaglia Il bancario figlio del vento. Ernesto Cristiano, 34enne di Gatteo dipendente del Credito Cooperativo Romagnolo, lo scorso fine settimana a Padova si è messo al collo due medaglie di bronzo nei 60 e nei 200 metri di corsa (col traguardo raggiunto rispettivamente in 8 secondi e 21 centesimi e 27 secondi e 39 centesimi) organizzati nell’ambito dei campionati nazionali indoor riservati a bancari e assicurativi organizzati sotto l’egida della Fidal. Cristiano, come si coniugano lavoro e sport? "Lo sport è una passione che mi accompagna da sempre, anche se il mondo della velocità mi è abbastanza nuovo. Nel mio passato ci sono maratone, mezze maratone e gare in montagna. Ho sempre amato mettermi alla prova in gare di grande fascino e in effetti il mio debutto è stato a New York. Da allora non mi sono più fermato, anche perché correre è davvero un toccasana per la salute, a 360 gradi. Lavoro all’ufficio personale della sede di Cesena, svolgendo mansioni organizzative e nelle quali la concentrazione non può mai abbassarsi. Scaricare la tensione con le scarpette da ginnastica ai piedi è l’ideale ". Da 42 chilometri a 60 o 200 metri però è tutto un altro mondo. "In effetti ora credo di aver trovato la mia dimensione giusta, quella nella quale rendo proprio al meglio". I risultati le danno ragione. "Speravo di far bene e mi sentivo in forma, ma francamente a portarmi a casa due medaglie non ci pensavo proprio". Cosa l’ha spinta a cambiare così radicalmente la distanza? "Sono anche arbitro internazionale, nella federazione sammarinese. I miei allenamenti a riguardo sono ovviamente per lo più legati a sprint sulla breve distanza. È nato tutto da lì". Com’ era la formula a Padova? "Il programma ‘concentrato’ imponeva di eliminare le varie batterie: ognuno correva soltanto una ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?