Quotidiano Nazionale logo
4 mar 2022

Sono Luca Lewis, e non mi manda papà

Il figlio di Robert è un portiere, si allena con la squadra anche se non può giocare: "Sono qui grazie ad Agostini e a Rossi, non a mio padre"

andrea baraghini
Sport

di Andrea Baraghini Il sogno è quello un giorno di arrivare a giocare in serie A e vestire la maglia della nazionale (americana o italiana poco importa). Nel frattempo Luca Lewis, 21 anni compiuti il 22 febbraio, suda e fatica a Villa Silvia con i bianconeri. A fine campionato scade Il suo vincolo con il Cesena. E’ stato tesserato in gennaio, ma non può essere inserito nelle liste dei giocatori utilizzabili, ma dalle sue parole traspare la volontà di essere parte di quel progetto che è diventato affare di famiglia. Il padre, l’avvocato Robert, insieme al socio John Aiello, a fine 2021 hanno deciso di investire nel calcio italiano, ma il primo a scoprire il “soccer” è stato proprio Luca, quando a 6 anni con la famiglia che viveva a Pesaro ha cominciato a giocare nelle giovanili del Muraglia. Come è nata la passione per questo sport? "Giocando nel campetto della chiesa. Ero il più alto, ma anche il più piccolo di età per cui mi mettevano in porta e quello è rimasto il mio ruolo. Il mio idolo era Sebastian Frey per questo simpatizzo per la Fiorentina come mio padre". Crescendo ha continuato a coltivare la passione "Quando la mia famiglia è tornata in America non ho smesso di giocare. Prima a New York, poi a 14 anni sono entrato nella IMG Academy a Brandenton. A 16 anni ho fatto un’esperienza con l’Aston Villa e poi il provino con il Torino dove sono rimasto fino a giocare nella Primavera. Nel periodo covid ho giocato con i New York Red Bull". E a gennaio l’opportunità di venire a Cesena "All’inizio ero titubante, non volevo accettare. Giocare nella squadra dove mio padre è uno dei presidenti mi sembrava strano. Avevo qualche proposte in B o in Svizzera, poi, sentendo i programmi, belli ed entusiasmanti, mi sono ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?