Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 mag 2022

Tigers, servono cuore e artigli Via ai playout con Montegranaro

Si partirà oggi alle 18 al Carisport. Serie al meglio delle 5 gare. Chi ne vince tre è salvo. Coach Patrizio: "Siamo pronti"

15 mag 2022
luca ravaglia
Sport
Giulio Mascherpa dovrà guidare la squadra nel mare in tempesta della post season
Giulio Mascherpa dovrà guidare la squadra nel mare in tempesta della post season
Giulio Mascherpa dovrà guidare la squadra nel mare in tempesta della post season
Giulio Mascherpa dovrà guidare la squadra nel mare in tempesta della post season
Giulio Mascherpa dovrà guidare la squadra nel mare in tempesta della post season
Giulio Mascherpa dovrà guidare la squadra nel mare in tempesta della post season

di Luca Ravaglia

"Sarà dura e i margini di errore non esistono. Però sono contento del modo in cui ci siamo preparati alla serie e, francamente, vincere tre partite contro Montegranaro, non sarà una questione di quello che faranno loro, ma di come ci comporteremo noi. A livello mentale prima di tutto. Perché col giusto spirito e col giusto approccio, questa serie andrà nella direzione giusta. Quella dei Tigers".

Coach Vincenzo Patrizio conta le ore che separano lui e la sua squadra dalla prima palla a due dei playout in programma oggi alle 18 al Carisport.

"Si dice che la prima partita è la più importante - sorride - , poi arrivati alla seconda, improvvisamente la sfida cruciale diventa quella e via dicendo fino in fondo. Il punto in effetti è chiaro: dobbiamo tenerci il fattore campo, per andare a Montegranaro sul 2-0, dopo aver messo in chiaro molte cose".

Ci saranno tutti, compreso Obinna Nwokoye, che ha recuperato la giusta condizione dopo l’infortunio alla caviglia.

"Non abbiamo fatto rivoluzioni - riprende Patrizio - e mi spiace non avere avuto più tempo per lavorare singolarmente su ognuno dei ragazzi, ma in ogni caso credo che le doti che ci servono ci siano tutte. Detto questo, le mie parole non contano nulla: ora a parlare sarà il campo".

Giulio Mascherpa, da capitano e veterano del gruppo, dovrà tenere il timone a dritta nei momenti topici: "Adoro prendermi responsabilità in campo, lo faccio da quando avevo 18 anni... Mi spiace per coach Tassinari, che ha pagato sulla sua pelle gli errori di tutti, ma ora siamo qui, a giocarci fino in fondo ogni nostra carta. Montegranaro si prepara ai playout dalla prima giornata di campionato, noi no. Ma questo non mi preoccupa. In compenso mi esalta l’adrenalina che si respira in queste situazioni. Perché è adesso, quando ci si gioca tutto, che viene fuori l’anima del basket".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?