Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Civitanova Marche, al teatro Rossini arriva il balletto di Mosca

'La Bella addormentata' di Marius Petipa danzata dalla compagnia La Classique

Ultimo aggiornamento il 8 gennaio 2018 alle 11:24
La bella addormentata
Civitanova Marche, 8 gennaio 2018 - Il nuovo anno al teatro Rossini di Civitanova Marche si apre venerdì 12 gennaio con la grande danza classica.

Il primo appuntamento del 2018 di ‘Civitanova Danza tutto l’anno’, rassegna promossa dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda teatri di Civitanova e dall’Amat, con il contributo di Regione Marche e MiBACT, è con ‘La bella addormentata’ di Marius Petipa danzata dal balletto di Mosca ‘La Classique’ che annovera fra le sue file danzatori di notevole tecnica classico - accademica provenienti dai maggiori teatri russi, dal Teatro Bolshoi di Mosca, al Kirov di San Pietroburgo.

Composta da 48 elementi fra corpo di ballo, solisti e primi ballerini, la compagnia, la cui direzione artistica è affidata a Elik Melikov, vanta in repertorio i più famosi titoli della tradizione tersicorea: Giselle, Il lago dei cigni, Don Chisciotte, La bella addormentata, Lo Schiaccianoci.

“Tutti sanno che La Bella addormentata nel bosco – scrive il critico e studioso di danza Marinella Guatterini ne ‘L’ABC del Balletto’ - è la fiaba della principessa punta da un fuso e destinata a dormire cento anni prima di essere risvegliata da un bel principe. Ma nell’omonimo balletto del 1890 la celebre favola di Charles Perrault è soprattutto un pretesto per l’apoteosi della danza classica. Senza questo straordinario monumento autocelebrativo la storia del balletto in Russia, e nel mondo, avrebbe seguito un altro corso né ci sarebbe stato, a fine Ottocento, un altro spettacolo in grado di riassumere in soli tre atti e un prologo tutto quanto la tecnica e la composizione della danse d’école avevano raggiunto in tre secoli di storia. Ecco perché re, regine, principesse, fate buone e cattive che animano questo sontuoso ballet-féerie non sono propriamente personaggi teatrali che raccontano una storia, bensì interpreti di disegni coreografici. Passi, movimenti, figure di cristallina purezza formale e di esaltante e mai gratuito virtuosimo tecnico concorrono a restituire, sulla cerimoniosa musica di Ciajkovskij, anche l’intreccio della fiaba e i suoi simboli, ma la danza in se stessa è qui ben più loquace e importante”.

Informazioni e prevendite (biglietti da 12 a 25 euro): Teatro Rossini tel. 0733 812936, call center dello spettacolo tel. 071 2133600, vendita online su www.vivaticket.it. Inizio spettacolo ore 21.15.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.