Giusy Ferreri
Giusy Ferreri

Civitanova, 11 giugno 2019 - Da Giusy Ferreri a Popsophia, da Vita Vita al Deejay Time. Civitanova si prepara alla stagione estiva, e lo fa nel migliore dei modi presentando tutti i progetti che la animeranno nell’arco dell’estate: il sipario lo apriranno i festeggiamenti per la Bandiera Blu d’Europa (22 giugno), ma questa sarà anche l’estate dell’arrivo della stella della danza Sergei Polunin (27 luglio) e del festival di Popsophia, il quale durerà dieci giorni, a partire dal 18 luglio a Civitanova Alta. Ad agosto, arriva il primo grande concerto: mercoledì 7 con Giusy Ferreri ma pochi giorni dopo, il 12 tutta l’attenzione si sposterà per l’unica tappa marchigiana del Deejay Time, che trasformerà piazza XX Settembre in una vera e propria discoteca a cielo aperto.

Fuochi d’artificio in spiaggia la notte del 14, processione delle barche in mare il 16 per San Marone, serata dantesca il 17 e tributo a Dalla organizzato per il 19. Demo Morselli & Orchestra con Marcello Cirillo per la festa del patrono a Civitanova Alta (18 agosto). Civitanova, però, vuole garantire divertimento a tutte le fasce di età: ecco infatti per i più piccoli pensato il Fun Day a Civitanova Alta il 3 e 4 agosto e viene riproposto anche il Funny Splash, parco acquatico nel tratto di spiaggia libera fra Ippocampo e Aloha.

Capitolo musica: immancabili i concerti del chiostro curati dal direttore Bruno Bizzarri con le tre proposte di musica classica al chiostro di Civitanova Alta, cui si aggiungono le due serate con Civitanova all’Opera 15 e 17 agosto, con il Coro Jubilatae (3 agosto), e con la Banda comunale (8 agosto in piazza). Tanta cultura con Marcello Veneziani, Giuseppe Cecere e Cesare Catà, che il 6 luglio si confronteranno sulla Nostalgia degli Dei (piazza Conchiglia). Civitanova vestirà la moda giovedì 4 luglio e il 30 agosto.

“Il cartellone, come si può vedere, è fitto di eventi – spiega l’assessore Maika Gabellieri – danza, festival, concerti, sport, arte e incontri culturali. Voglio ringraziare i direttori artistici, gli operatori privati e le categorie che hanno collaborato, la Pro Loco e tutto lo staff dell’Ufficio turismo che oggi è accanto a me. Civitanova viene scelta per manifestazioni di carattere regionale e nazionale dalle più grandi organizzazioni perché è la città sul mare che con il suo porto colorato punta dritto verso il futuro”.