I carabinieri hanno avviato le indagini per risalire agli aggressori (foto d’archivio)
I carabinieri hanno avviato le indagini per risalire agli aggressori (foto d’archivio)

Civitanova, 31 maggio 2021 - Aggressione sessuale sul lungomare sud di Civitanova, sabato sera. E adesso i carabinieri di Civitanova stanno indagando sull’episodio, avvenuto in una delle aree verdi che si trovano sul lato ovest del lungomare, a ridosso delle installazioni delle giostre. È qui che l’ambulanza della Croce Verde di Civitanova ha soccorso una ragazza di 21 anni e l’ha poi trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova Alta, dove la visita dei medici ha (per fortuna) escluso lo stupro, così come d’altronde lei stessa aveva riferito. L’episodio si è verificato intorno alle 21 di sabato, dunque in un orario nel quale sul lungomare sud circola ancora parecchia gente: chi per il passeggio preserale, chi per fare attività fisica e chi invece diretto ai ristoranti sulla spiaggia.

La chiamata ai soccorsi è stata infatti effettuata da un passante, il quale ha raccontato di avere visto almeno un paio di ragazzi mettere le mani addosso alla giovane, riversa in terra sull’erba e all’apparenza non in grado di reagire, né di difendersi, in uno stato psicofisico che poi i medici appureranno fosse stato determinato anche dall’eccesso di alcol. L’intervento dell’uomo è stato comunque provvidenziale, perché ha fatto sì che gli aggressori scappassero, facendo perdere le loro tracce. Poi l’uomo si è assicurato delle condizioni della ragazza e ha attivato i soccorsi, chiamando il 118. La ragazza è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale in codice giallo.

Qui è stata sottoposta alle visite del caso, dopo che lei stessa ha raccontato ai sanitari dell’ospedale di essere stata aggredita e palpeggiata. Nel frattempo, avvertita dai medici, nel dipartimento di emergenza dell’ospedale di Civitanova è arrivata anche una pattuglia dei carabinieri, perché, in ogni caso, si andava configurando l’ipotesi del reato di violenza sessuale. Sono in corso le indagini per definire i contorni dell’episodio. Gli inquirenti vogliono intanto acquisire il racconto della ventunenne, anche per cercare di ricostruire le ore precedenti all’episodio, per capire se aveva raggiunto il lungomare di Civitanova in compagnia di amici, perché sia rimasta da sola a un certo punto e se conosceva i ragazzi che poi l’hanno aggredita. La ragazza, a ieri, non si era ancora presentata nella caserma dei carabinieri di via Carnia per sporgere la denuncia sull’accaduto.