Civitanova (Macerata), 4 giugno 2018 – Assalto al portavalori verso le 12 in via Einaudi, nella zona commerciale di Civitanova, in un'area tra le più frequentate a quell'ora, perché con negozi e ristoranti. Tre individui, armati di pistole e kalashnikov, e con il volto coperto da passamontagna hanno sparato diversi colpi contro il furgone 'Vedetta 2' della Mondialpol che aveva appena prelevato i contanti dalla filiale della Ubi Banca (FOTO). 

AGGIORNAMENTO Il racconto dei testimoni

SPARATORIA_31570611_180943

Secondo una primissima ricostruzione, una Jeep Renegade bianca ha sbarrato la strada al furgone, costringendo l’autista a fermarsi. Dalla Jeep sono scesi tre individui, armati di kalashnikov e pistola, che hanno esploso colpi contro il furgone, uno ha anche bucato il radiatore. Le due guardie giurate a bordo hanno risposto al fuoco. Un proiettile si è conficcato nella fiancata di una Peugeot parcheggiata nelle vicinanze. A terra sono stati trovati pezzi di legno del calcio del kalashnikov. Sono per un caso molto fortunato non ci sono feriti nella zona pure molto frequentata.

La Jeep è stata ritrovata bruciata in via del casone, a poca distanza dal luogo dell'assalto: era stata completamente bruciata per cancellare ogni traccia. Dai controlli, è risultato che era stata rubata due settimane fa proprio a Civitanova. La Scientifica ha lungamente lavorato nel piazzale della sparatoria alla ricerca di prove. Inoltre, polizia e carabinieri hanno disposto posti di blocco in tutta la zona e lungo le principali strade della provincia.