Sicurezza in spiaggia, bagnini con la tavola da sup
Sicurezza in spiaggia, bagnini con la tavola da sup

Macerata, 24 aprile 2019 - E' stata firmata ieri dal tenente di vascello Patrizio Piacentini, comandante della capitaneria di porto, la nuova ordinanza per la sicurezza balneare, che sarà di riferimento per tutto l’ufficio circondariale marittimo (Civitanova, Porto Potenza e Porto Recanati). Tra le novità, le strutture che offrono servizi per la balneazione dovranno, se aperte, garantire il servizio di assistenza, o in alternativa porre dei cartelli ben chiari, specificando che la spiaggia è per soli fini elioterapici e mancano i bagnini di salvataggio. Inoltre, questi ultimi potranno utilizzare anche tavole stand up paddle-rescue. A fare il punto è stato il comandante Piacentini, spiegando che l’ordinanza precedente risaliva al 2012.

Un provvedimento atteso, dunque, «dal momento che dal 2012 a oggi le norme sono cambiate – ha aggiunto il comandante –. La stesura è stata coordinata dal contrammiraglio Enrico Moretti (direttore marittimo delle Marche, ndr), che ha incontrato i comandanti per allineare l’ordinanza a livello regionale. Un modo per avere su tutta la costa un regolamento omogeneo a vantaggio degli utenti». Quante alle novità, Piacentini ha spiegato: «Ogni volta che uno stabilimento balneare sarà aperto, dovrà garantire obbligatoriamente un servizio di assistenza ai bagnanti, altrimenti dovrà avvertire i clienti che l’apertura è a soli fini elioterapici». «Lo dovrà fare – ha aggiunto – con una cartellonistica chiara in più lingue, per ricordare che la balneazione non è sicura e issando la bandiera rossa (altrimenti la bandiera sarà bianca, ndr)». Resterà la presenza di un assistente ogni 150 metri, anche per le spiagge libere.

Prima, la presenze dell’assistente era prevista dall’inizio della stagione, da giugno a settembre. «La nuova ordinanza è più stringente: la stagione balneare è variabile e potrebbero esserci situazioni di bel tempo e affollamento negli stabilimenti anche prima di giugno o dopo settembre. Da qui la necessità di garantire comunque sempre il servizio: le fasce orarie restano inalterate».

«Ho organizzato una riunione con gli operatori della costa – ha infatti spiegato poi Piacentini –, i quali hanno confermato che anche quest’anno il servizio dalle 10 alle 18 sarà continuativo, senza una riduzione per la pausa pranzo, come avviene invece in altri luoghi. Questo è un fiore all’occhiello, un segno di maggiore sicurezza». Inoltre, per i bagnini di salvataggio «ci sarà la possibilità in via opzionale di potersi dotare di uno stand up paddle–rescue – ha proseguito Piacentini –, in aggiunta al classico pattino». Gli operatori avranno il mese di maggio per adeguarsi, poi inizieranno le verifiche. Ieri, in occasione della presentazione dell’ordinanza, il comandante ha parlato anche del nuovo sito della capitaneria (www.guardiacostiera.gov.it/civitanova-marche). Tra le sezioni, compare anche la planimetria del porto, dove saranno aggiornate le indicazioni relative a pescaggio e profondità di fondali.