LORENA CELLINI
Cronaca

Civitanova, divieto di balneazione per sversamenti sul Fiastra: ecco dove

Interessati tre chalet. La causa uno sversamento a Loro Piceno nel Fiastra, affluente del Chienti

Divieto di balneazione in alcuni tratti a Civitanova. La foce del fiume Chienti nei prossimi giorni sarà continuamente monitorata dai tecnici dell’Arpam

Divieto di balneazione in alcuni tratti a Civitanova. La foce del fiume Chienti nei prossimi giorni sarà continuamente monitorata dai tecnici dell’Arpam

Civitanova, 27 giugno 2023 – Divieto di balneazione per un tratto del litorale sud. Dalla foce del Chienti, e per 580 metri verso nord, tuffi vietati. Il provvedimento è temporaneo e coinvolge tre chalet. La notizia è piombata sulla spiaggia nel primissimo pomeriggio di ieri con un’ordinanza del sindaco sulla base di analisi dell’Arpam. La responsabilità della contaminazione, che non è chimica, parte dalla zona di Loro Piceno dopo uno sversamento del 23 giugno nel torrente Fiastra, affluente del Chienti. L’Arpam ha eseguito in via precauzione prelievi in corrispondenza della foce e ieri ha comunicato a Palazzo Sforza il superamento dei valori limite dei parametri relativi agli enterococchi intestinali.

Approfondisci:

Divieto di balneazione a Falconara: scolmatori aperti

Divieto di balneazione a Falconara: scolmatori aperti

In queste acque continueranno ad essere svolti gli accertamenti da parte del servizio provinciale dell’Arpam e il litorale tornerà balneabile solo a seguito dell’esito favorevole di ulteriori analisi. I rilievi tecnici effettuati sul Fiastra hanno rilevato una concentrazione importante di enterococchi intestinali, batteri che indicano una recente contaminazione fecale. Sono in corso le indagini per rilevare l’origine, ma l’episodio sarebbe riconducibile a prodotti di scarto di origine animale.

Gli esami dei campionamenti effettuati nel mare alla foce del Chienti, a Civitanova hanno evidenziato valori di escherichia coli (sempre sostanze fecali) nella norma, ma in un campione è risultato superiore ai limiti di legge il valore degli enterococchi. Ieri, coordinati da Massimo Marchegiani, i tecnici dell’Arpam sono tornati ad effettuare prelievi, una settantina in tutto, nelle acque di balneazione, comprese quelle di Civitanova a nord della foce del Chienti. Gli esiti delle analisi dovrebbero essere pronti entro questa sera: se non ci sarà presenza di enterococchi, tutto potrà tornare alla normalità domani o giovedì.