Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Epatite bambini, caso sospetto per una bimba di Civitanova. "Falso allarme"

La piccola è arrivata in ospedale con valori sballati delle transaminasi: è partita la segnalazione al ministero, ma poi i timori sono stati fugati

pavia - ospedale visite mediche controllo medico - foto torres
Epatite bambini, caso sospetto a Civitanova

Civitanova, 22 aprile 2022 - È arrivata all’ospedale di Civitanova. Sottoposta ad analisi del sangue, le sono stati riscontrati valori delle transaminasi superiori a 500. Così è subito scattata la segnalazione al ministero della Salute, visto che questo è uno dei parametri da tenere sotto stretta osservazione per eventuali casi di una nuova epatite che sta preoccupando l’Europa, soprattutto perché non se ne conosce la causa (non rientra tra quelle conosciute, epatite virale di tipo A, B, C, D ed E).

Il fatto, poi, che si trattasse di una bambina, cioè i soggetti maggiormente colpiti da questa strana malattia, ha fatto aumentare i sospetti. Nonostante sia ancora in osservazione, però, i timori delle prime ore sembrano dissolversi, poiché alla base dell’aumento del valore delle transaminasi ci sarebbe l’assunzione di farmaci con questo effetto collaterale.

In tutta Europa si tengono gli occhi bene aperti da alcuni giorni, in particolare dal 5 aprile scorso, quando il Regno Unito ha segnalato un aumento di casi di epatite acuta di eziologia sconosciuta in bambini prima sani, di età inferiore ai 10 anni. Una settimana dopo sono stati segnalati altri 61 casi distribuiti tra Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord. I casi hanno evidenziato una epatite acuta grave, con livelli aumentati di enzimi epatici e, talvolta con sintomi gastrointestinali, tra cui dolore addominale, diarrea e vomito nelle settimane precedenti.

Altri casi sono poi stati segnalato negli Stati Uniti, Israele, Spagna e Danimarca. La situazione è monitorata dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc), che ribadisce l’appello a segnalare e condividere informazioni. Nessun caso risulta per ora segnalato in Italia, ma è stato alzato il livello di attenzione.

f. v.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?