Un ladro
Un ladro

Civitanova, 16 novembre 2019 - Rientra a casa nel tardo pomeriggio e si trova faccia a faccia con il ladro che le aveva, pochi instanti prima, svaligiato l’abitazione. È successo nel cuore del quartiere di Santa Maria Apparente ed è toccato a una donna l’incontro ravvicinato con il delinquente che, probabilmente insieme a un complice, era riuscito a entrare nel suo appartamento. La poveretta se lo è trovato davanti giovedì, proprio mentre il ladro stava abbandonando l’abitazione che aveva appena messo a soqquadro portando via tutto quello che di valore c’era custodito, principalmente gli oggetti d’oro. Da immaginare la paura che ha potuto provare, e meno male che non c’è stata una colluttazione. Facile che i delinquenti tenessero d’occhio la casa per entrare in azione nel momento in cui la proprietaria si è assentata e lo hanno fatto in pieno pomeriggio, rischiando di essere visti o, come è accaduto, di trovarsi davanti la donna che rincasava e che, appena si è ripresa dallo spavento e con i balordi ormai in fuga, non ha potuto fare altro che rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare il furto subito.
 

Sull’episodio sta svolgendo indagini il commissariato. È l’ennesima razzia che si verifica in città in pochi giorni, un filotto che testimonia una recrudescenza del fenomeno dei furti negli appartamenti. La scorsa settimana i ladri hanno colpito quattro volte, nel quartiere Centro, a Santa Maria Apparente e a Fontespina e questi sono solo alcuni degli episodi che vengono alla luce grazie alla testimonianze delle vittime e al tam tam nei rioni, perché notizie ufficiali su quanto avviene in città escono con il contagocce. Ai furti nelle ultime settimane si è aggiunta anche una emergenza sicurezza determinata dalle rapine, andate e a segno e tentate, nelle attività commerciali del centro e della città alta, principalmente ai danni di farmacisti e tabaccai minacciati e derubati da tossicodipendenti a caccia di contanti per acquistare droga.
© RIPRODUZIONE RISERVATA