Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 giu 2022

I pescatori: non è una resa

Si torna in mare, ma pronti a fermarsi di nuovo se le richieste non saranno esaudite

11 giu 2022
mario pacetti
Cronaca
Una delle ultime assemblee degli armatori civitanovesi
Una delle ultime assemblee degli armatori civitanovesi
Una delle ultime assemblee degli armatori civitanovesi
Una delle ultime assemblee degli armatori civitanovesi
Una delle ultime assemblee degli armatori civitanovesi
Una delle ultime assemblee degli armatori civitanovesi

di Mario Pacetti

L’assemblea degli armatori civitanovesi dello strascico, originariamente prevista per ieri, è stata annullata. Non s’è fatta più perché, in relazione agli accordi maturati la sera prima fra i capi delle marinerie del medio-basso Adriatico riunitisi proprio nella nostra città, non risultava alcuna opposizione al ritorno in mare delle barche domenica notte. E di conseguenza l’adunanza era superflua. Confermata, dunque, la fine di una serrata che, a Civitanova come in altri distretti del centro-sud (altrove s’è invece lavorato qua e là), è durata ininterrottamente per tre settimane. Ma i pescatori non hanno raggiunto finora gli obiettivi fissati ed è dunque possibile che, qualora da Roma non arrivino segnali incoraggianti nei prossimi giorni, si ricominci daccapo con un nuovo "sciopero" a stretto giro di posta. Soprattutto se il prezzo del gasolio dovesse continuare a salire, strozzando ancora di più la categoria. Lunedì si lavorerà per 24 ore e nella nottata successiva i nastri del mercato ittico all’ingrosso torneranno in movimento dopo un bel po’ di tempo (l’ultima asta risale alla notte tra il 19 e il 20 maggio). Si preannunciano in prima battuta prezzi gratificanti per i pescatori. La gente ha voglia di riassaggiare il pesce fresco locale e così i grossisti scuciranno i cordoni dei portafogli. Ma è possibile che, già nella successiva nottata di contrattazioni, si ritorni alle consuete quotazioni di giugno. Tra gli effetti collaterali, una salutare boccata d’ossigeno per i ristoranti di pesce.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?