Una delle auto danneggiate nel raid incendiario
Una delle auto danneggiate nel raid incendiario

Civitanova Marche, 18 settembre 2021 - Un raid incendiario si è verificato stanotte in pieno centro, tra piazza San Martin e via della Rete. Coinvolte quattro auto, tre delle quali seriamente danneggiate. Si tratta di una Bmw serie 1, una Hyundai i 20, una Mercedes station Wagon classe E, e un’altra Mercedes, una Classe B, l’unica a salvarsi, parzialmente, dall’impeto delle fiamme. Fermato nel pomeriggio un quarantenne straniero. 

L’incendio sarebbe scoppiato proprio tra la parte anteriore della Hyundai e il retro della Bmw. Alle 4.30 circa la chiamata ai Vigili del Fuoco, da parte di una volante della Guardia della Finanza che era in servizio di pattugliamento. Fortunatamente la reattività degli agenti ha evitato che il fuoco degenerasse e che venissero così coinvolte anche le altre vetture parcheggiate. La natura è dolosa, infatti diversi testimoni hanno visto un uomo fuggire. Sul posto oltre ai Vigili del Fuoco, anche Polizia di Stato, Polizia scientifica e Polizia Locale. Gli inquirenti sono sulle tracce dell’autore del gesto, al vaglio i filmati delle molte telecamere in zona. Un mese fa, nello stesso punto, un altro raid ai danni di otto auto alle quale vennero squarciati  pneumatici.

Un finanziere, libero dal servizio, aveva inseguito il piromane e dalle risultanze dei rilievi effettuati dai Vigili del Fuoco e dalla Polizia Scientifica, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, un 40enne cittadino straniero ritenuto il responsabile.

Portato presso il carcere di Montacuto, è stato anche denunciato a piede libero per essersi sottratto agli obblighi di permanenza domiciliare a cui era sottoposto per fatti pregressi.