"Sulla guardia medica di Trodica, la Regione Marche ci ha comunicato che non vi è alcun rischio di chiusura e in merito ai medici di base, l’Asur, che ha competenza diretta per la copertura dei posti vacanti, ci ha assicurato che andrà avanti nella ricerca per far sì che almeno un nuovo medico arrivi a Morrovalle in tempi brevi". La giunta comunale, guidata da Andrea Staffolani, ha detto la sua riguardo ad alcune osservazioni sulla gestione...

"Sulla guardia medica di Trodica, la Regione Marche ci ha comunicato che non vi è alcun rischio di chiusura e in merito ai medici di base, l’Asur, che ha competenza diretta per la copertura dei posti vacanti, ci ha assicurato che andrà avanti nella ricerca per far sì che almeno un nuovo medico arrivi a Morrovalle in tempi brevi". La giunta comunale, guidata da Andrea Staffolani, ha detto la sua riguardo ad alcune osservazioni sulla gestione dell’emergenza epidemiologica messe in evidenza dal gruppo di minoranza ‘Cura e Partecipazione’ nei giorni scorsi. "La drammatica mancanza di medici di base, fenomeno complesso che va affrontato con serietà, non è un problema della sola Morrovalle, ma delle Marche intere e di tutta Italia, specie nei centri di dimensioni minori – si sottolinea nella nota della giunta -. L’opposizione cerca strumentalmente di tirare in ballo il Sindaco, il quale, come i primi cittadini di qualsiasi Comune italiano, non ha né i poteri né le competenze per risolvere il problema, ma, nonostante ciò, si è prontamente attivato, instaurando un filo diretto con l’Asur". Tra i punti sollevati dall’opposizione anche il potenziamento del trasporto pubblico urbano e la mancanza di aggiornamenti sull’andamento della pandemia nel territorio comunale. "Morrovalle è l’unico paese del nostro comprensorio ad avere ancora il servizio attivo che garantisce il collegamento tra il centro storico e le frazioni – precisa la giunta morrovallese -. Per quanto riguarda la mancata pubblicazione dei dati dei positivi contagiati del nostro Comune, facciamo presente che ogni giorno i numeri relativi a tutti i comuni delle Marche vengono pubblicati sul sito della Regione, in una pagina di semplice accesso per i navigatori del web. Dati, quindi, facilmente reperibili da chiunque, nonostante sia evidente da tempo che ad essere rilevante, più che quello dei contagiati, è il numero dei positivi che finiscono in ospedale e nelle terapie intensive – concludono – per coloro che avessero dubbi di qualsiasi tipo, le porte del Comune sono sempre aperte. Questi sono i fatti. Ciò che ci preme è lavorare, come abbiamo sempre fatto, per il bene dei cittadini, non alimentare sterili polemiche che non sono di alcun giovamento per la collettività".

Diego Pierluigi