Con una spesa di 738 euro il Comune di Civitanova si è assicurato una scansione digitale ad alta definizione del "Manoscritto di Toledo" del nostro grande letterato del Cinquecento, Annibal Caro, storicamente al servizio della potente famiglia dei Farnese a Roma, nonché famoso per la traduzione dell’Eneide di Virgilio. Se ne è occupato l’importante "Osservatorio Annibal Caro", presieduto da uno dei massimi esperti in materia che è Enrico Garavelli, che dal 1999 vive e lavora in Finlandia. Nel giugno del 2019 tenne una dotta relazione a Civitanova a San Francesco (Giornata internazionale degli Archivi) nel corso della quale ragguagliò sulle incredibili scoperte fatte negli ultimi anni a proposito di Annibal Caro. Fra queste anche il manoscritto di Toledo. Si tratta del "Codice di Toledo (Z)", regesto di lettere di negozio di Annibal Caro, conservata presso all’"Archivo y Biblioteca Capitulares di Toledo", di cui Civitanova si è voluta assicurare la copia digitale per l’uso pubblico dell’immagine, nonché per favorirne la conoscenza e lo studio.

Ennio Ercoli