Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Nuovi campi da padel: scattano i controlli

Arpam e carabinieri forestali nel cantiere aperto sul lungomare sud. La petizione contro la struttura ha raggiunto le 600 firme

lorena cellini
Cronaca
Nuovi campi da padel sulla spiaggia libera del lungomare sud: dopo le polemiche, sono arrivati i controlli
Nuovi campi da padel sulla spiaggia libera del lungomare sud: dopo le polemiche, sono arrivati i controlli
Nuovi campi da padel sulla spiaggia libera del lungomare sud: dopo le polemiche, sono arrivati i controlli

di Lorena Cellini

Sopralluogo dell’Arpam e dei carabinieri forestali sulla spiaggia sud, teatro dei lavori di un centro padel con annesso chiosco-bar più cabine e ombrelloni. Hanno controllato la documentazione anche a seguito delle segnalazioni dell’associazione Civitasvolta che, con Legambiente Civitanova, replica al vice sindaco Fausto Troiani, che ha difeso il cantiere del Surf Club Civitanova: "Noi crediamo agli atti e non alle rassicurazioni di Troiani sulla regolarità delle procedure. Citi i termini della convenzione e dica come mai da 1.500 mq del 2011 siamo passati a circa 5.000". Tra le domande a Troiani anche il perché della "modifica dell’articolo 20 del Piano di spiaggia senza il passaggio in Consiglio comunale? Riqualificare non significa cementificare e le modifiche sulla costa devono essere conformi al Piano spiaggia vigente. Come mai non avete aspettato l’adeguamento?". C’è poi un appello agli operatori balneari: "Lo sanno che le concessioni non pagano come loro, che forse si salveranno dalla Bolkestein?". Poi l’aggiornamento sulla petizione contro i lavori: "Dalla nostra parte ci sono già ben 600 cittadini e la raccolta firme non è conclusa".

Sul caso dell’impianto di padel sulla spiaggia libera interviene anche Mirella Paglialunga, candidata sindaco del centrosinistra. "Da quanto emerge - osserva - le opere in costruzione non sono il risultato di una concessione demaniale, che ha regole tra l’altro in via di ridefinizione. L’amministrazione comunale ha aggirato le condizioni della concessione demaniale, affidando a un’associazione sportiva una parte consistente di spiaggia che attualmente è invece di libera fruibilità per noi civitanovesi e per i turisti, e si è aperto un cantiere, a distanza di un decennio da tale affidamento, che sta coprendo l’area interessata con un’enorme gettata di cemento. Nel nostro programma il mare, il turismo, lo sport e l’ambiente vengono considerati risorse per la collettività e non per pochi eletti".

"L’amministrazione Ciarapica - è l’ultimo attacco lanciato da Mirella Paglialunga - si muove invece in direzione opposta e ne è ampia dimostrazione anche la recente delibera con cui è stata ampliata la superficie di gioco per il padel, togliendo il vincolo di smontare i campi a fine stagione e rendendo di fatto l’operazione di cementificazione permanente, invasiva e privata. Decisioni del sindaco che favoriscono singoli interessi, con una tempistica che, collocandosi alla vigilia delle elezioni, cerca vantaggi immediati per sé e per il centrodestra".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?