Il Cristo Re di Civitanova
Il Cristo Re di Civitanova

Civitanova, 10 aprile 2016 – Entra in chiesa con uno zainetto durante una messa molto affollata. Alza le braccia al cielo parlando in arabo e si inginocchia sotto all’altare davanti al crocifisso. Attimi di paura tra i fedeli, oggi pomeriggio nella chiesa Cristo Re di Civitanova. Qualcuno, per il comportamento sospetto di un giovane pachistano, è andato via di corsa. Qualcun’altro ha invece chiamato la polizia e l’uomo è stato ammanettato e portato via. Si tratta di un pakistano con cittadinanza italiana ricevuta tra l’altro da poco. Lavora come commesso in un negozio del centro commerciale Cuore Adriatico. Poco prima delle 19, è entrato in chiesa a messa in corso e ha raggiunto le prime file. Poi ha alzato le braccia, come se stesse pregando. Qualcuno dice di averlo sentito parlare in arabo. Quindi, quando si è avvicinato all’altare e si è inginocchiato il sacerdote, don Mario, ha interrotto la funzione. L’uomo si è quindi allontanato raggiungendo il fondo della chiesa. Ma a quel punto era stata chiamata già la polizia. Il pachistano ha provato a fare resistenza, la paura tra i fedeli è quindi aumentata. E l’uomo è stato portato via. Verrà denunciato per interruzione di funzione religiosa. Don mario ha così potuto riprendere a celebrare la messa con i pochi fedeli rimasti.