Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Parco intitolato ai donatori Avis "Sono un esempio di solidarietà"

Il sindaco Gentili, gli assessori e i rappresentanti dell’Avis di Monte San Giusto
Il sindaco Gentili, gli assessori e i rappresentanti dell’Avis di Monte San Giusto
Il sindaco Gentili, gli assessori e i rappresentanti dell’Avis di Monte San Giusto

L’area verde davanti al piazzale della Resistenza è stata intitolata ai tanti donatori di sangue che hanno fatto crescere la cultura della solidarietà a Monte San Giusto. La cerimonia per la scopritura della targa "Parco del donatore di sangue" è stata inserita nei festeggiamenti per i quarant’anni dell’Avis. "La sezione di Monte San Giusto da quarant’anni è un punto di riferimento per la comunità, ha stimolato la crescita della cultura della donazione e dell’apertura al prossimo – ha detto il sindaco Andre Gentili –. Per celebrare l’associazione, nata nel 1982 grazie all’impegno del dottor Gino Ramovecchi, allora presidente dell’Avis di Civitanova, l’amministrazione comunale ha deciso di intitolare il parco in piazzale della Resistenza ai tanti donatori che hanno fatto crescere questa cultura della solidarietà. In quello che è stato ribattezzato "Parco del donatore di sangue" è stato spostato anche il monumento Avis, che si trovava nel parco Piermanni, così che tutti possano ricordare, quando entrano in quegli spazi, quanto sia importante il gesto della donazione. Donare sangue o plasma può contribuire a salvare tante vite e in un momento in cui il mondo ci vuole divisi, aprirsi al prossimo e ricreare un forte senso di comunità diventa ancora più importante. Ai tanti volontari che hanno fatto crescere la nostra sezione dell’Avis, ai tanti collaboratori, ai medici che ogni giorno sono in prima linea, va il nostro ringraziamento come cittadini e amministratori". c. sen.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?