Civitanova Marche, 5 aprile 2019 – Attimi di tensione, questa sera a Civitanova Marche, dove circa 200-300 manifestanti hanno contestato la presenza in città del senatore leghista Simone Pillon, intervenuto a una conferenza sulla famiglia. I manifestanti, arrivati da tutte le Marche, hanno tentato di sfondare il cordone di sicurezza delle forze di polizia e carabinieri in assetto antisommossa. In piazza, sul vialetto nord i due schieramenti sono entrati in contatto, ma non ci sono state le cariche. Spintoni, tentativi di passare respinti senza violenza (foto). Manifesti, fumogeni, palloncini rosa, slogan come «respingiamo Pillon», «Via Pillon da Citanò» oppure «al naturale non prendo neppure il caffè figuriamoci la famiglia».

false

Al grido di ‘vergogna vergogna’ i manifestanti hanno provato a raggiungere l’hotel dove il senatore Pillon, con al fianco il sindaco Fabrizio Ciarapica e l’assessore Barbara Capponi, presiedeva la conferenza sulla famiglia, organizzata con il patrocinio e a spese del Comune. Anche in sala ci sono state contestazioni. «Questo incontro – ha detto – è un evento istituzionale e non politico. Pillon è qui per parlarci dei valori della famiglia. Chi tenta di impedire questo incontro, pubblico e aperto alla cittadinanza, non ha inteso il significato dell’iniziativa e non troverà terreno fertile per facili e scontate manipolazioni».