I controlli sono stati effettuati  da Polstrada e commissariato (foto d’archivio)
I controlli sono stati effettuati da Polstrada e commissariato (foto d’archivio)

Civitanova (Macerata), 7 aprile 2018 – Gli agenti della polizia stradale di Macerata e del commissariato di Civitanova hanno effettuato un controllo su un’attività commerciale, dove sono stati sottoposti a verifiche 56 veicoli, alcuni dei quali smontati per riparazioni e destinati all’esportazione.

Dalle verifiche effettuate sono state riscontrate svariate irregolarità, tant’è che al titolare è stata contestata l’omessa comunicazione al Comune di Civitanova dello svolgimento dell’attività di compravendita di veicoli usati.

Inoltre il titolare dell’attività è risultato sprovvisto di autorizzazione per l’attività di autoriparazione. Per le due contestazioni è stata inflitta una multa di 7.500 euro.

Altre irregolarità sono state rilevate al sistema antincendio dei locali, in quanto tutti gli estintori sono risultati scaduti, motivo per cui si è provveduto all’inoltro di segnalazione al comando dei vigili del fuoco. All’interno del locale adibito a forno è stato rinvenuto un considerevole numero di pneumatici accatastati alla rinfusa. Inoltre, occultato dietro alcuni bidoni, è stato trovato un paraurti completo di targa, risultata oggetto di smarrimento.

Dalle verifiche è emerso che l’azienda esercitava l’attività di commercializzazione di veicoli usati all’estero, in particolare con la Croazia, e il locale oggetto del controllo era adibito a deposito delle auto, come da contratto stipulato dal titolare con una ditta estera con sede in Croazia, che si occupa di import/export di auto usate.

In sede di controllo il titolare dell’azienda era assente. C’era un socio della ditta, un bosniaco di 44 anni, il quale di fronte alle contestazioni dei poliziotti, si è giustificato dicendo che non era a conoscenza del fatto che in Italia fossero necessarie autorizzazioni per svolgere questo tipo di attività.