Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 giu 2022
giorgio giannaccini
Cronaca
29 giu 2022

Porto Recanati, ragazzine molestate per strada

Le due tredicenni hanno fermato un'auto della polizia locale: "Quell'uomo ci segue, aiuto"

29 giu 2022
giorgio giannaccini
Cronaca
featured image
Le due tredicenni sono state seguite in strada a Porto Recanati
featured image
Le due tredicenni sono state seguite in strada a Porto Recanati

Porto Recanati, 29 giugno 2022 - Un uomo avrebbe inseguito , in modo a dir poco insistente, due ragazzine minorenni che si trovavano dentro a un’attività commerciale del centro, e subito dopo le avrebbe infastidite e molestate con atteggiamenti inopportuni. Ma non solo, perché pare che una volta uscite dal locale, il tizio avrebbe continuato a tallonare da dietro, per il lungomare, le due giovani.

Del fatto se ne occupano ora i carabinieri, che stanno ricostruendo e verificando nel dettaglio quello che sarebbe avvenuto. L’episodio risale a ieri pomeriggio, nel centro di Porto Recanati. Intorno alle 18.30, due ragazzine di 13 anni hanno fermato una pattuglia della polizia locale che passava sul lungomare Lepanto. In breve, avrebbero spiegato agli agenti che un uomo le stava seguendo da tempo. In particolare, emergerebbe che tutto sarebbe partito poco prima, quando le due giovani si trovavano all’interno di un negozio. Lì, si sarebbero accorte che un tizio le teneva di mira, finché lui si sarebbe avvicinato con intenti loschi, per poi comportandosi in modo alquanto molesto.

Subito gli agenti hanno allertato i carabinieri della caserma di Porto Recanati, giunti sul lungomare con una pattuglia. Stando a una prima ricostruzione dei militari dell’Arma e della polizia locale, l’uomo non avrebbe né toccato né avuto alcun contatto fisico con le due minorenni, ma comunque si sarebbe atteggiato in modo decisamente strano. Al vaglio degli inquirenti l’ipotesi che l’uomo si sarebbe masturbato davanti alle giovanissime.

Le due 13enni, quindi, hanno fornito ai carabinieri un identikit del tizio che le avrebbe inseguite. Ad arrivare sul lungomare Lepanto, anche i parenti delle due ragazzine. Alla fine, le due 13enni e i familiari si sono diretti alla caserma dei carabinieri, per valutare i provvedimenti del caso. Riguardo l’episodio c’è il massimo riserbo da parte delle forze dell’ordine,che cercheranno adesso di ricostruire l’accaduto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?