Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

"Sarò il sindaco dei quartieri e dell’ascolto"

Mirella Paglialunga punta sulla discontinuità: "Le rotonde provvisorie sono solo un modo per buttare via i soldi dei civitanovesi"

lorena cellini
Cronaca
Mirella Paglialunga: niente maxi manifesti «per non vincolarsi a nessun sponsor»
Mirella Paglialunga: niente maxi manifesti «per non vincolarsi a nessun sponsor»
Mirella Paglialunga: niente maxi manifesti «per non vincolarsi a nessun sponsor»

di Lorena Cellini

Mirella Paglialunga, la città è invasa da maxi manifesti elettorali, ma non i suoi. Snobba la comunicazione?

"E’ una scelta precisa quella di mettere in primo piano la forza e il programma della coalizione perché l’impegno per la città non è solo mio. Poi, ci siamo dati un budget di spesa normale e deciso di non bussare alle porte di grandi sponsor. In caso di vittoria vorrei essere libera e non dover dire grazie a nessun particolare finanziatore. Detto questo, qualche mio manifesto uscirà, ma abbiamo deciso di spendere somme normali".

In queste settimane ha puntato sul tour dei quartieri. A giro ultimato, quali bisogni sono emersi?

"Su tutti uno: la gente ha bisogno di parlare con chi amministra. Tutti mi hanno detto ‘non abbiamo mai visto sindaco e assessori’. Poi, tante lamentele per il grande stato di abbandono della periferia, con la mancanza dei servizi essenziali".

Questo confronto ha cambiato le sue priorità? Ha trovato una città diversa dal previsto?

"Parzialmente sì, ma ha rinforzato la mia convinzione di dover valorizzare i quartieri, metterli in connessione perché oggi non lo sono. Persino il centro, che ha beneficiato di maggiore attenzione, oggi si presenta con un Varco sul mare lasciato nel degrado. La priorità comunque è creare situazioni di aggregazione sociale. Nel mio programma c’è ‘Una piazza in ogni quartiere’, inoltre è necessario restituire gli spazi dei centri civici ai residenti perché sono diventati una sorta di luoghi privati, ad uso di associazioni".

La città è cambiata, il piano regolatore è ancora adeguato o se vince lo cambia?

"Ci sono forti e nuove esigenze della periferia, c’è una città che dopo il collegamento con Foligno ha visto più sviluppo nel settore commerciale e immobiliare, ma anche più problemi alla viabilità. E, allora, ci vuole un nuovo Prg che recepisca questi cambiamenti, accompagni le spinte innovative che vengono dalla società, porti Civitanova nel futuro con scelte coraggiose e moderne. Basta con l’urbanistica fatta solo di varianti".

Quali priorità infrastrutturali?

"La viabilità e la Quadrilatero in primis, quindi maxi rotatoria e sottopasso sulla statale per eliminare il passaggio a livello. Un enorme errore quello di realizzare le rotonde provvisorie che verranno poi smantellate. E’ buttare dalla finestra i soldi dei civitanovesi".

Ciarapica chiede continuità all’elettorato. E’ la sua parola d’ordine. Lei ne ha una?

"Discontinuità con quello che questa giunta ha fatto. I suoi slogan sono ‘Civitanova Unica’ e ‘Civitanova al centro’, ma ha governato facendo il contrario e senza ascoltare i cittadini. Civitanova Alta quando l’ha messa al centro? L’ha invece lasciata morire e di questo come di altri fallimenti dà la colpa all’emergenza Covid".

Porto e varco, due mega progetti. Cambiamento o continuità nel confronto con Unicam e Politecnico?

"Priorità alla riqualificazione del Varco che va sottratto all’abbandono. Sul porto massimo impegno per la messa in sicurezza e con i piani di sviluppo dell’area portuale si intrecciano anche le aspettative legate alla Bolkestein, questioni che sono più grandi di noi, ma se ci saranno nuovi bandi dovranno contenere indicatori che favoriscano la continuazione delle gestioni eccellenti di chi lavora sul Demanio".

Il primario della Cardiologia lascia Civitanova sei mesi dopo il suo insediamento. Un sindaco cosa dovrà fare per la sanità del territorio?

"Credo che il nostro ospedale non possa continuare a non avere risorse adeguate. Per questo occorre verificare quali somme effettive ha destinato la Regione al potenziamento della struttura perché finora abbiamo ascoltato solo annunci, vedi l’arrivo di 11 milioni di euro".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?