Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

Weekend di furti nelle abitazioni: bottino di soldi, cellulare e monopattini

Ladri acrobati in via Foggia, mentre in via Bacci hanno visitato un garage. A vuoto il colpo in viale Europa

8 giu 2022
Ancora abitazioni prese di mira dai ladri
Ancora abitazioni prese di mira dai ladri
Ancora abitazioni prese di mira dai ladri
Ancora abitazioni prese di mira dai ladri
Ancora abitazioni prese di mira dai ladri
Ancora abitazioni prese di mira dai ladri

Una scia di furti si è consumata nel week-end a Porto Recanati. Nel mirino, due abitazioni e anche un garage. Il raid è avvenuto domenica sera. In un caso, i ladri si sono intrufolati in un’abitazione al primo piano di via Spontini, dove abita un muratore di 50 anni, di origine rumena, insieme alla moglie di 49 anni. Per farlo, i balordi si sono arrampicati sul muro esterno e poi si sono introdotti in casa, passando dalla finestra del bagno, che era stata lasciata aperta. Così, dalla sala, hanno rubato la borsa della donna, che conteneva 380 euro e un telefono Samsung, di poco valore. A raccontare la disavventura è il 50enne. "Intorno alle 20, era andato a dormire in camera da letto con mia moglie – spiega l’uomo -. Ma prima di coricarmi avevo lasciato aperta la finestra del bagno, perché mi ero appena fatto la doccia, e quindi mi sono addormentato. Verso l’una di notte, mi sono alzato un attimo, e ho notato che la porta di casa era stranamente aperta. Lì per lì, non ho dato peso alla cosa, e ho chiuso la porta tornando poi a letto". Solo il giorno dopo, l’uomo ha realizzato il furto subito. "In mattinata, mia moglie è entrata in sala ma non trovava più la borsa, che aveva lasciato lì la sera prima – riprende il 50enne -. Allora abbiamo capito che qualcuno, durante la notte, era entrato in casa e l’aveva rubata, mentre noi dormivamo sonni tranquilli. E, per di più, è dopo uscito comodamente dalla porta di ingresso". L’uomo si è poi recato lunedì mattina alla caserma dei carabinieri di Porto Recanati, per denunciare il furto subito. "Lì, i militari mi hanno restituito la borsa con dentro chiavi e documenti, che era stata trovata la sera prima, alle 22, lungo la strada, da un passante – racconta il 50enne -. Purtroppo, però, i ladri hanno preso dalla borsa i soldi in contanti che c’erano (380 euro) e un vecchio smartphone Samsung di mia moglie". Nella stessa notte, i malfattori hanno fatto visita anche a un garage di via Bocci. Dopo aver messo tutto sottosopra, si sono presi un monopattino elettrico e se la sono data a gambe. Inoltre, si è pure registrato un tentativo di furto vicino a viale Europa. In quel caso, un tizio ha scavalcato furtivamente il cancello di un condominio. Ma, proprio in quel momento, una delle inquiline era affacciata dalla finestra e ha subito notato il malvivente, mettendosi a gridare per la paura. Vedendosi scoperto, il ladro è subito fuggito via, facendo perdere le proprie tracce.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?