La presentazione del Blue Green Region Economic Forum che si terrà a Civitanova
La presentazione del Blue Green Region Economic Forum che si terrà a Civitanova

Civitanova Marche (Macerata), 20 giugno 2019 - «Marche e Umbria hanno un paesaggio bellissimo, simbolo dell’Italia». Parole di Ali Al Nuaimi, consigliere per gli affari economici dell’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti, che ieri all’hotel Cosmopolitan ha preso parte alla presentazione del Blue Green Region Economic Forum Umbria e Marche. Appuntamento che si terrà il 20 settembre a Civitanova, promosso dall’Esg89 Group con il patrocinio del Comune.

Il forum parlerà di infrastrutture e sviluppo economico di Marche e Umbria e sarà in vista dell’Expo di Dubai 2020. «Con voi condivideremo l’esperienza del nostro Paese – ha aggiunto infatti Ali Al Nuaimi, che in mattinata ha visitato alcune aziende del territorio – e il suo percorso di sviluppo tramite le infrastrutture. Voi qui avete grandi competenze. Partendo pure dal settore agricolo che per noi è questione di sopravvivenza. Ad Expo racconteremo come siamo riusciti a gestire le poche risorse a disposizione».

«L’appuntamento di settembre – ha spiegato l’ex senatore Salvatore Piscitelli – vuole essere riferimento all’internazionalizzazione. È interessante fare un focus su Dubai 2020, per far incontrare le imprese con queste realtà. Con Civitanova che è strategica per il territorio». Giovanni Giorgetti, Ceo di Esg89 Group, ha sottolineato come l’obiettivo sia quello «di preparare il futuro delle Marche e dell’Umbria. I numeri ci dicono che con la Sardegna sono le regioni con l’età più avanzata, ma le aziende hanno bisogno di giovani preparati. Il focus ci farà riflettere su un mercato che è cambiato, ma che punta alle eccellenze». E come ha ricordato Roberto Luciani, dirigente della giunta regionale per competitività e internazionalizzazione dell’agroalimentare, il suo settore di riferimento «vale per le Marche 2 miliardi di euro e circa 40mila aziende, si sta specializzando in produzioni di altissima qualità».

«Siamo in una logica non più di realtà municipale – ha aggiunto Riccardo Strano, del distretto turistico dell’Appennino Umbro-Marchigiano e vice presidente del consorzio Grotte di Frasassi – ma di un territorio con un proprio sistema di sviluppo». «È importante – ha ringraziato l’assessore Maika Gabellieri – fare una fotografia delle esigenze del mercato e lavorare con le imprese. Quindi ben vengano questi approfondimenti».