Porto Recanati (Macerata) 16 settembre 2018 – Una chiacchierata all’ingresso dell’Hotel House con le autorità locali, e poi un giro dentro al palazzo. E’ stata questa la breve visita del vice premier Matteo Salvini nel maxi condominio di Porto Recanati, accolto verso le 9.30 dal prefetto Iolanda Rolli, dal questore Antonio Pignataro, dal sindaco Roberto Mozzicafreddo e dall’amministratore di condominio Gianluca Tomasino, che hanno spiegato la pessima situazione in cui versa lo stabile.

LEGGI ANCHE In duemila a Fano alla Festa della Lega con Salvini

image

Il ministro dell’Interno, che era già stato all’Hotel House, ha voluto vedere di persona le condizioni dei corridoi e dei garage del palazzone, dove in 480 appartamenti su 17 piani abitano oltre duemila persone di una trentina di etnie diverse. Malgrado il grosso spiegamento di forze di polizia non ci sono stati disordini, e Salvini è stato acclamato da una piccola folla di residenti stranieri. A fine visita, il messaggio è stato chiaro: "Serve un intervento radicale: o sistemi o abbatti. A occhio è più facile la seconda strada, garantendo i diritti a chi li ha" (VIDEO).

LEGGI ANCHE Asselborn: "Salvini usa metodi e toni fascisti anni '30"

HOUS_33181086_212516