Simone Scipioni al teatro delle Logge (foto De Marco)
Simone Scipioni al teatro delle Logge (foto De Marco)

Montecosaro (Macerata), 8 marzo 2018 - Si sono appena spenti i fornelli della cucina più famosa d’Italia e il sogno di Simone Scipioni di diventare il settimo MasterChef si è realizzato. Lo studente montecosarese ha infatti trionfato nell’ultima puntata della nota trasmissione Sky, convincendo tutti per il suo talento ma anche per la grande nobiltà d’animo e ‘cucinandosi’ la sfidante Kateryna. Conosciuto e benvoluto nel paese in provincia di Macerata per la sua semplicità, Simone ha fatto breccia nei cuori dei giudici e dei telespettatori che pian piano l’hanno cominciato a scoprire. Perché dietro quella scorza di riservatezza si cela una persona genuina (VIDEO).

Il suo accento “Made in Marche” poi ha stregato le attenzioni, facendolo diventare col sorriso uno dei protagonisti della popolare trasmissione. «Se torno a casa da vincitore me fanno patrono de Montecò», diceva Simone Scipioni scherzando dopo aver raggiunto la finale.

La vittoria in finale di Simone Scipioni

E stasera la sua Montecosaro è tutta in tripudio per lui. Tanto che il teatro delle Logge (FOTO), cuore del centro storico, ha registrato un “sold out” per assistere alla visione della puntata conclusiva, in un appuntamento organizzato dal Comune, dagli amici di Simone e tanti volontari che animo la vita cittadina. Presente anche Simone, accolto da boati ad ogni sfida vinta (la puntata è registrata ma il risultato è rimasto segreto). A conclusione è previsto un brindisi al Palazzo comunale. Montecosaro del resto si scopre sempre più terra di primizie culinarie.

Tanto che, oltre a blasonati ristoranti sulle più importanti guide, annovera addirittura due concorrenti di Masterchef. La prima è Ludovica Baiocco, che nel 2014 aveva partecipato alla terza edizione. Poi c’è Simone Scipioni, il primo della classe della brigata 2018. E di lui sentiremo parlare. Come sempre con il suo travolgente e simpatico accento “de Montecò”.