Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Lube, vetrina Champions: "Cresce il brand della città"

Sabato e domenica finali a Roma, Silenzi: prestigio per noi

di MAURO GRESPINI
Ultimo aggiornamento il 29 aprile 2017 alle 08:59
Saranno oltre mille i tifosi a Roma (foto De Marco)

Civitanova, 29 aprile 2017 - Oltre 107 Paesi di tutto il mondo saranno collegati con il PalaLottomatica di Roma per trasmettere in televisione la Final four di Champions League. Per la pallavolo e per le quattro squadre finaliste – fra cui la Cucine Lube Civitanova – sarà un grande spot promozionale. Lo sarà pure per la città e il territorio che esse rappresentano: Civitanova, il Maceratese e le Marche, da un lato; Perugia e l’Umbria, dall’altro. Il cuore, se vogliamo, dell’Italia centrale che, colpita profondamente dal terremoto, ha bisogno di rialzare la testa e di ripartire con fiducia, schiacciando la paura delle continue scosse. Se poi la Lube dovesse vincere, sarebbe davvero un trionfo. E non solo per quell’esercito biancorosso che, fra oggi e domani, raggiungerà la città eterna con i pullman organizzati dalla società (tre sono in partenza stamattina dall’Eurosuole Forum), con il treno o con mezzi propri.

Si contano almeno un migliaio di tifosi al seguito della formazione di Blengini, pronti a colorare di rosso una bella fetta dello storico impianto capitolino, costruito nel quartiere dell’Eur alla fine degli anni ’50 (per i Giochi olimpici di Roma 1960) e capace di accogliere almeno 10 mila spettatori. Tra loro ci saranno pure tanti civitanovesi, a cominciare dal vicesindaco Giulio Silenzi: «Sì, vado innanzitutto come appassionato – ci dice – e poi come amministratore in rappresentanza della città. Parto con uno stato d’animo diverso rispetto a quello di un anno fa per la Final four di Cracovia, perché questa Lube sta dando veramente soddisfazione a tutti i sostenitori, grazie a una stagione impeccabile e a scelte lungimiranti.

Certo, ogni gara ha una storia a sé, tutta da scrivere, ma la squadra di quest’anno è sempre stata all’altezza delle aspettative. In ogni caso, partecipare a una finale scudetto e a una Final four di Champions League è prestigioso di per sé. E il fatto di vedere il nome di Civitanova accanto a quello della Lube, sia sui media nazionali sia a livello internazionale, è per noi grande motivo di orgoglio. Tutto ciò, infatti, accresce il brend, l’immagine attrattiva di Civitanova». Intanto, il PalaLottomatica sembra andare verso il tutto esaurito: ieri mancavano solo poche centinaia di biglietti ancora da vendere ai botteghini. La Sir Safety Perugia, club organizzatore della manifestazione, ha già incassato 450 mila euro: un record in Italia per le gare di pallavolo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.